140 controlli alle persone, 8 agli esercizi commerciali e tre sanzioni. Questo il bilancio dell’attività della Polizia locale che anche ieri, martedì, ha pattugliato tutto il territorio per assicurare il rispetto della normativa in materia di contrasto al Covid-19, noto come coronavirus. Ancora una volta il Comando ha dovuto sanzionare una coppia che in auto andava a fare la spesa, così come un’altra coppia che si recava in banca. Infine un giovane che passeggiava nel cuore della città.

Gli agenti della Polizia locale, durante i numerosi controlli, spesso si trovano a contatto con persone, ognuno con la propria storia di vita, le proprie sofferenze e le proprie preoccupazioni. Non è soltanto un lavoro di controllo e sanzionamento, il loro, ma anche di ascolto e comprensione delle esigenze e delle situazioni, sempre nel rispetto delle norme.

Ieri, tra i tanti raggiunti dagli agenti, c’è stato un signore ultranovantenne, seduto davanti alla sua attività di barbiere a cui è molto legato. Aveva alzato la serranda del negozio, che era comunque deserto, e si era messo lì, davanti, con una sedia. È stato avvicinato dagli agenti della Polizia locale, a cui era arrivata una segnalazione, e con lui ci si è fermati a parlare e a ragionare. L’uomo ha abbassato la serranda della sua amata attività, è salito sul suo mezzo di trasporto ed è tornato a casa, seguito con grande discrezione dalla Polizia locale che si è assicurata che rientrasse nel suo domicilio.