È ufficialmente iniziata la nuova stagione della Dinamo Banco di Sardegna Sassari. La squadra biancoblù, guidata da coach Vincenzo Esposito, è partita mercoledì 22 agosto alla volta del Geovillage Sport Wellness & Convention Resort di Olbia per il ritiro precampionato, in preparazione della sua nona stagione nella Serie A di basket e della nuova avventura in Europa che, come noto, quest’anno sarà nella Fiba Europe Cup e prenderà il via con il Qualification Round ai primi di ottobre.

Prima di raduno e ritiro, però, la società sassarese ha completato il roster con i due “tasselli” mancanti, l’ala forte Rashawn Thomas ed il giovane lungo, senegalese ma di passaporto italiano, Ousmane Diop. Thomas, rookie ventiquattrenne da Oklahoma City, è un giocatore piuttosto atletico e reattivo, abile nel tiro piazzato e nelle giocate fronte a canestro. Diop, classe 2000 e nativo di Roufisque, che ha firmato con la Dinamo un contratto quadriennale, mostra invece anche buone doti spalle a canestro e viene considerato uno dei migliori prospetti in Italia; arriva da una stagione a Udine, nel girone Est della A2, dove ha fatto registrare medie di 6.1 punti e 5 rimbalzi a partita.

Per il ritiro olbiese è partito anche il giovanissimo classe 2000, del vivaio sassarese, Marco Antonio Re, aggregato alla prima squadra.

La Dinamo, che verrà presentata ai tifosi giovedì 6 settembre a Sassari in Piazza Santa Caterina, osserverà ora un fitto calendario di tornei e amichevoli precampionato (fissato di recente un nuovo match, domenica 23 settembre a La Spezia, contro Pesaro, il cui ricavato verrà devoluto agli sfollati di Genova, in seguito al crollo del Ponte Morandi), prima di tuffarsi negli impegni ufficiali. In realtà, ha già iniziato a giocare, nel Torneo Air Italy disputato ad Olbia, con Avellino, Ludwigsburg e Virtus Bologna, nel primo weekend di settembre. I biancoblù hanno vinto il trofeo, battendo nella prima partita il Ludwigsburg (78-68), grazie ad un ottimo terzo quarto che ha girato l’inerzia del match, dopo un primo tempo contratto e sofferto, ed Avellino in finale (90-60), in una gara decisamente migliore, dominata dalla Dinamo fin dalle prime battute, nonostante un pericoloso passaggio a vuoto in avvio di terzo quarto.

 

1° Trofeo AirItaly. Foto Luigi Canu

 

La Serie A, lo scorso anno, aveva visto l’Olimpia Milano festeggiare il proprio ventottesimo scudetto e aveva, invece, salutato l’Orlandina di Capo d’Orlando, retrocessa nella categoria inferiore. La new entry di quest’anno è l’Alma Trieste, tornata nella massima serie dopo 14 anni di assenza ed in seguito ad un ottimo campionato in A2. Quest’anno, invece, le promozioni dalla serie cadetta saranno ben tre, per consentire l’allargamento della Serie A a 18 squadre, previsto l’anno prossimo dalla riforma dei campionati. La retrocessione rimarrà una.

Il campionato partirà ufficialmente il 7 ottobre, con la Dinamo che farà il proprio esordio in trasferta, a domicilio di quella Grissin Bon Reggio Emilia che rievoca i meravigliosi ricordi del primo e unico scudetto della storia biancoblù e di sfide combattute dall’alto tasso agonistico. Il campionato osserverà, quest’anno, due turni di stop, domenica 2 dicembre e domenica 24 febbraio 2019, per le finestre delle Nazionali impegnate nelle qualificazioni ai Mondiali di Cina 2019.

Per quanto riguarda, invece, le altre competizioni nazionali, la Supercoppa Italiana si disputerà al PalaLeonessa di Brescia il 29 e 30 settembre, con la partecipazione di Brescia, Torino, Milano e Trento, finaliste di campionato e Coppa Italia dello scorso anno; la Final Eight di Coppa Italia, invece, si giocherà a Firenze dal 14 al 17 febbraio 2019, con la partecipazione, come di consueto, delle prime otto classificate al termine del girone di andata della Serie A.

Capitolo Fiba Europe Cup: il sorteggio ha decretato l’avversaria del Banco nel secondo Qualification Round. Sarà il Benfica, ovvero il club più prestigioso e titolato del Portogallo. La prima sfida è in programma al PalaSerradimigni il 3 ottobre, con la palla a due alzata alle ore 20:30, mentre la seconda sarà a Lisbona il 10 ottobre. La vincente di questo turno entrerà nel gruppo H, dove la attendono gli ungheresi di Szolnoki Olaj e Falco Szombathely, insieme ai campioni d’Inghilterra del Leicester Riders, qualora questi ultimi venissero eliminati dai Qualification Round della Basketball Champions League (se proseguissero il proprio cammino nella coppa più importante, nel gruppo H della Europe Cup verrebbe “ripescata” una delle squadre perdenti il turno preliminare).

 

Terran Petteway. Foto Luigi Canu