In questi giorni di emergenza idrica, la Protezione civile del Comune di Sassari, supportata dalla Polizia locale e dalla compagnia Barracellare, è intervenuta con le proprie autobotti in diverse strutture sanitarie. Su richiesta, ha portato acqua adatta all’igiene, anche personale, nelle residenze sanitarie e di cura e in altri istituti, scongiurandone così la chiusura.

Autobotti sono arrivate ieri nel convitto di via Bellini.

In giornata la Protezione civile comunale è stata nella clinica San Nicola, tre volte. Sempre oggi ha servito la Casa della Divina Provvidenza, il soccorso Sardo e la Casa dello studente di via Padre Manzella, oltre a Villa Eba Giara, due comunità alloggio e una comunità integrata.