Pongisti di ieri, oggi e domani costituiscono la Top 8 che ravviverà la prima edizione dell’evento promozionale di tennistavolo Trofeo Città dei Candelieri, che si fonde col l’edizione n. 14 del Memorial dedicato a Stefano Ganau e Sergio Visioli. Appuntamento molto sentito dal Tennistavolo Sassari che nonostante gli ostacoli pandemici ha perfezionato una lista di partecipanti di tutto rispetto mai visti prima tutti assieme nel capoluogo turritano.

Il presidente del sodalizio Marcello Cilloco snocciola con orgoglio i nomi che daranno spettacolo al PalaSantoru (via Venezia) domenica 6 settembre 2020 a partire dalle 15:30.

Antonino Amato. Foto Marta Moratti

Su tutti l’italo cinese Yango conosciutissimo per la sua lunga permanenza in terra sarda dove oltre a vincere due scudetti ha diffuso il verbo pongistico nelle zone più interne. A parte che anche lui, nell’anno 2000, ha contribuito alla conquista dell’unico metallo pregiato (bronzo) mai conquistato a livello maschile dalla nazionale azzurra a squadre. Da anni staziona in Lombardia (prima Castel Goffredo, ora Milano) avendo l’opportunità di portare ad altissimi rendimenti diversi giocatori italiani.

Dal passato al presente con la partecipazione di Antonino Amato, n. 8 della classifica assoluta italiana e diventato celebre per aver fatto parte del team italiano che vinse gli Europei Juniores 2016 a squadre.

Il tocco paralimpico è dato dalla presenza di Lorenzo Cordua che ha alimentato pesantemente il carniere della nazionale, vincendo tanto a livello nazionale.

A Sassari saranno presenti anche il russo guspinese Maxim Kuznetsov (n. 32 d’Italia) e tre tesserati con il club ospitante: il più forte pongista sassarese di tutti i tempi Tonino Pinna, il vivace e vincente monserratino Marco Poma (n. 46), e il nigeriano Olawale Segun Abayomi. Chiude la lista l’imprevedibile masese Marco Sarigu.