Buona la prima: si apre con una vittoria il cammino della Dinamo Banco di Sardegna nel girone D della Eurosport Supercoppa. Sul campo del GeoPalace di Olbia i giganti affrontano una Virtus che paga le assenze dei suoi stranieri e si affida al capitano Baldasso e Luca Campogrande. Gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco prendono il largo a cavallo tra primo e secondo quarto, condotti da un Miro Bilan in doppia doppia (20pt, 16 rb), dal debutto di Filip Kruslin (9 pt con 3/3 dall’arco nella seconda frazione) e da un super Eimantas Bendzius (25 pt, 9 rb). Con le assenze di Luca Gandini e Justin Tillman, non disponibili, e il rientro di Stefano Gentile dallo stop coach Pozzecco è bravo a dare spazio a tutti i suoi uomini che ripagano la fiducia del tecnico. Il Banco chiude con 34 assist e 42 rimbalzi, numeri che devono essere contestualizzati in una partita sfalsata dalle assenze degli avversari ma raccontano una squadra che ha voglia di condividere e passare la palla senza egoismi.

Starting five biancoblu con Spissu, Bilan, Burnell, Bendzius e Gentile, coach Bucchi risponde con Hadzic, Biordi, Campogrande, Baldasso e Farley. Avvio contratto per entrambe le squadre, è Jason Burnell a rompere il ghiaccio per i giganti mentre Roma si sblocca dopo 2’ di gioco con Baldasso. Banco avanti con Bilan ma la Virtus piazza un break di 9-0 che dice 5-11 per i capitolini. Chiama minuto coach Pozzecco e i suoi ragazzi escono bene dal timeout: Spissu monetizza l’antisportivo sanzionato ad Hadzic, Gentile recuperato per la sfida punisce dalla lunga distanza. Roma resta avanti con capitan Baldasso dall’arco ma la Dinamo si accende: Miro Bilan sale in cattedra e apre un parziale da 14-2: debutto assoluto in maglia Dinamo di Filip Kruslin e impatto positivo dalla panchina da parte del duo Pusica-Treier.

La prima frazione si chiude 29-21, nel secondo quarto Kruslin infila i primi punti della sua stagione bombardando dai 6,75: il giocatore croato si presenta con 3 su 3 dall’arco e scrive il primo allungo sassarese 40-24. Eimantas Bendzius si unisce alla causa con due triple consecutive, la Dinamo dilaga e chiude la seconda frazione con un parziale totale di 39 a 17. Alla seconda sirena il tabellone dice 68-38. Nel secondo tempo i ragazzi di coach Pozzecco conducono senza patemi condotti da Bendzius, Bilan e Pusica. Minuti importanti in campo anche per Marco Antonio Re. I giganti chiudono la terza frazione 98-56 mentre nell’ultimo quarto è garbage time. La prima sfida della Dinamo si chiude 114-71.

Sabato alle 17 in agenda c’è la sfida con la VL Pesaro che, nella sfida inaugurale del Girone D, ha battuto l’Happy Casa Brindisi 83-71.

La sfida inaugurale del girone D in agenda alle 17 si è chiusa con la vittoria della VL Pesaro 83-71 sulla New Basket Brindisi. Dopo un avvio in favore dei pugliesi, gli uomini di coach Jasmin Repesa hanno trovato energia nel secondo tempo, condotti dal capitano Carlos Delfino, che ha chiuso con 19 punti 3/5 da tre e 8 rimbalzi, e da Simone Zanotti (16 pt). In casa Brindisi buon debutto per la coppia Harrison-Thompson, a referto rispettivamente con 15 e 14 punti, con 5 assist e 7 falli subiti della Happy Casa.

Dinamo Banco di Sardegna 114 – Virtus Roma 71
Parziali: 29-21;39-17;30-18; 16-15.
Progressivi: 29-21; 68-38;98-56; 114-71.

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 14, Bilan 20, Treier, Pusica 15, Kruslin 9, Devecchi 3, Re 7, Burnell 16, Bendzius 25, Gentile 5. All. Pozzecco
Assist: Spissu, Bilan e Pusica 6- Rimbalzi: Bilan16

Virtus Roma. Hadzic, Biordi 6, Campogrande 14, Baldasso 17, Cervi, Telesca 9, Ticic 2, Farley 11, Nizza, Iannicelli 6, Jovanovic 6. All. Piero Bucchi
Assist: Baldasso 6 – Rimbalzi: Campogrande e Nizza 5