La Raimond Handball Sassari esce sconfitta dalla sfida interna contro la capolista Siena. I rossoblu incassano la terza debacle del proprio torneo, rimangono a quota sette punti ma conservano la settima piazza in graduatoria, a braccetto con Pressano. 32-30 il punteggio in favore dalla Ego di coach Alessandro Fusina che, grazie alla settima vittoria, prosegue la sua corsa in vetta a punteggio pieno. Si interrompe la mini striscia positiva con cui i sassaresi erano arrivati alla sosta.

Gli ospiti provano a fare la voce grossa fin dalle prime fasi di gara. La prima spallata dei toscani (0-3 al 7’) non abbatte i sassaresi che riequilibrano il punteggio con un contro parziale sintomatico della buona giornata dei giocatori di Passino. La prima frazione va avanti punto a punto, nessuna delle due contendenti riesce a scappare nel punteggio (12-12 al 27’). Poco prima del riposo, il “due minuti” comminato a Cirilli favorisce il 2-0 (interamente firmato da Nelson) che consente ai toscani di arrivare all’intervallo sul 15-13.

L’avvio di ripresa è simile a quello della gara, ma stavolta il break senese (6-2 in uscita dagli spogliatoi) non trova repliche sarde. Al 38’ Siena è avanti di sei e la partita si sbilancia in maniera sensibile. Yousefinezhad fa valere il suo strapotere fisico, la capolista gestisce il vantaggio facendo trascorrere i minuti senza correre rischi per buona parte del secondo tempo. La Ego stacca la spina un po’ troppo presto e arriva il sussulto d’orgoglio della Raimond che, un po’ per frenesia e un po’ per mancanza di lucidità, sciupa un paio di occasioni per rientrare definitivamente in una gara che si conclude con il punteggio di 32-30.

RAIMOND SASSARI-EGO SIENA 30-32 (13-15)

RAIMOND SASSARI: Bomboi, Braz 5, Brzic 7, Casada, Cirilli, Del Prete 2, Delogu, Guggino, Manca, Mbaye, Nardin 6, Spanu, Stabellini 8, Taurian 1, Voliuvach 1. ALLENATORE: Luigi Passino

EGO SIENA: Amato, Borgianni 4, Bronzo 5, Dal Medico, Florio, Fovio, Kasa 3, Leban, Nelson 4, Radovcic 9, Ricci, Vinci, Yousefinezhad 7. ALLENATORE: Alessandro Fusina