Un fine settimana di fine settembre, ultimi scorci da bella stagione e tre serate – 27, 28 e 29 settembre 2019 – da trascorrere insieme assieme ad alcune delle firme più prestigiose del giornalismo italiano, accompagnate nel loro raccontarsi da appassionati moderatori e colleghi.

Liquida è un festival di letteratura giornalistica che indaga il giornalismo in maniera differente e innovativa, partendo dalla produzione letteraria in un mondo fatto ormai di notizie liquide.

Protagonisti sul palco saranno i giornalisti, grandi penne della carta stampata e della rete, voci della radio, volti della televisione, autorevoli esponenti d’un mondo in continua trasformazione, da studiare e comprendere.

Tutto accadrà negli spazi che circondano la basilica di Saccargia, Comune di Codrongianos, chiesa romanica dai mattoni bianchi e neri che farà da scenario alla tre giorni di incontro e confronto.

Liquida è una scommessa giocata e già vinta dal lungimirante Comune di Cordrongianos, prima edizione di un festival che vuole guardare lontano e cambiare la prospettiva di lettura della professione giornalistica da parte di chi legge, guarda e ascolta, evento organizzato da Lìberos con la consulenza dell’agenzia Altrove di Luca Zoccheddu.

Grandi nomi d’uomini e donne, s’è detto, professionisti che operano in più settori, che scrivono di politica e di calcio, che fanno giornalismo di inchiesta e non si nascondono, che scavano fra le carte, le macerie e gli scheletri d’una Italia misteriosa e ancora da scrivere, dibattiti aperti e a tutto tondo accompagnati da proiezioni e musica in un tutto armonico e quasi liquido nel suo scorrere fra le pieghe del programma.

Si comincia venerdì 27 settembre alle 16:30 con Sergio Rizzo e “La memoria del Criceto”. Alle 18 spazio all’Associazione Stampa Sarda con “Mi Ritorni in Mente”, pronti a scendere in campo alle 19 al fianco di Riccardo Cucchi e Piero Trellini per l’incontro dedicato a “Fuorigioco: il Romanzo del calcio”. Floriana Bulfon, giornalista sotto scorta, racconterà la sua storia e le “Infiltrazioni Pericolose” quindi alle ore 21 la proiezione del documentario di inchiesta giornalistica “Il Grano e La Volpe”, Raffaele Manca e Francesco Deplano.

Sabato 28 si comincia alle 18 con il “Pink Tank. Donne al Potere, Potere alle Donne” con Serena Marchi. Ancora al femminile il tema del secondo incontro in programma alle 19: sul palco l’ex parlamentare Flavia Perina, elemento di discussione “L’Altra Narrazione: il giornalismo delle donne”. Luca Telese guiderà la platea in un viaggio “Dagli anni di piombo alla terza Repubblica, breve storia dell’odio in Italia”, poi chiusura in musica con i Siki in concerto con il loro nuovo e strepitoso “Nave Madre”.

Domenica 29 alle 19 la documentarista Lisa Camilla si interrogherà e risponderà sul tema “L’Isola che non c’è”. A seguire, ore 20, Pino Corrias si cimenterà con un interessante viaggio tra i misteri d’Italia. Giù il sipario alle ore 21: Saverio Tommasi chiuderà il festival “Liquida” con “Aneddoti e curiosità spinte sul mondo dell’informazione”.