Ancora poche ore e “Mintuà”, la rassegna letteraria delle “Parole in circolo” farà il suo debutto. Saranno sei giorni interamente dedicati alla narrativa con mirate incursioni nel campo del giornalismo.

Ospite del primo incontro, stasera, 20 agosto, in piazza San Pietro alle ore 21:00, l’autore che avrà il compito di inaugurare “Mintuà”, sarà Diego De Silva con “I valori che contano”, quinto capitolo della divertente saga dell’avvocato Vincenzo Malinconico (nomen omen, come si direbbe in questi casi), il mancato principe del foro che sa come sopravvivere e reagire ai frequenti insuccessi professionali.

Un campione dell’ironia, che dà l’impressione di un Marcovaldo catapultato nel mondo forense. Meno sprovveduto, forse, del piccolo antieroe di Italo Calvino, ma esempio di una resilienza alle storture della vita che ne fanno una sorta di involontario saggio dei nostri giorni. Un appuntamento da non perdere, perciò, per i tanti fan dello scrittore napoletano, che, da ex avvocato, di Malinconici in toga potrebbe averne incontrati un buon numero prima di darsi a tempo pieno all’attività di scrittore.

Roberto Uzzai dialogherà con De Silva per meglio capire che cosa sta accadendo all’avvocato Vincenzo Malinconico in un’Italia sempre più malinconicamente alla ricerca di una direzione da seguire. Si parlerà dell’ultimo romanzo, ma anche di scrittura e di quanto accade intorno a noi, secondo il classico binomio vita e letteratura.

La formula di Mintuà contempla anche la musica, e questa sarà presente in tutte le giornate della rassegna, partendo dalla prima, sempre con Roberto Acciaro, cantautore tempiese, e i musicisti che lo accompagneranno durante la sei giorni letteraria.