Quinto appuntamento #suldivanoleggeri, lo spazio immaginato per far coesistere in leggerezza il consueto fare quotidiano e le nuove quotidianità, il ridere, il sorridere, il leggere e il giusto ricordare, la passione, la fantasia, la musica, i disegnini, il giornalismo, scrittori maestri e librai, professori e rubriche leggère ad alleggerire questo tempo, che sembra ora tornare a fluire. Senza però mai prendersi troppo sul serio, comodamente seduti sul divano di casa nel tardo pomeriggio domenicale dopo l’aria aperta, i congiunti, le giuste distanze, il mare e la campagna.

Sulla terra leggeri, format online che mette in connessione luoghi, arti, storie e persone: appuntamento a domani, domenica 17 maggio, ore 20 sulla pagina Facebook Sulla Terra leggeri.

S’è fatta la quinta, occasione per onorare l’umanità artistica del maestro Ezio Bosso e far rivivere ancora una volta le parole e il raccontare di Gianni Rodari. Preziosi pezzi d’un mosaico fatto di frasi, note cultura ed esperienze, con Flavio e Paola Soriga, Nicola Muscas e Renzo Cugis ospitali padroni di casa e timonieri d’una barca che naviga tranquilla sul mare della rete collegando la Sardegna la penisola e ogni dove. Un festival recapitato a domicilio, sugli schermi di smartphone, tablet, PC, Mac e smart TV: in qualunque luogo sia connesso e per chiunque abbia piacere di accettare l’invito a guardare e condividere. 

Domani ad accomodarsi sul divano saranno il grande esperto di pedagogia Daniele Novara, la giornalista Sky – vive oggi a Milano ma nasce a Macomer – Stefania Pinna, la musicista algherese Sonia Peana e il suo delicato ricordo del maestro Bosso amato ospite del Time in Jazz, la scrittrice Vanessa Roghi e il suo Rodari, il bibliopatologo Guido Vitiello (Internazionale) e Alice Pisu, libraia della libreria “Diari di Bordo” di Parma. Poi ancora il professor Bachisio Bachis della libera Università di Siliqua, la musica per grandi e bambini (con dedica speciale) di Renzo Cugis, i #disegninidalBunker nell’editoriale di Riccardo Arzeni e tanto altro ancora da scoprire sul divano del festival Sulla terra leggeri