Dall’1 al 27 agosto, a Torre delle Stelle, si inaugura la rassegna estiva “Torre delle storie”, otto incontri con le più grandi voci della letteratura e della cultura sarda.

Il fondatore e direttore artistico del festival, lo scrittore Matteo Porru, dichiara di essere soddisfatto del risultato raggiunto in brevi ma intensi tempi organizzativi e di aver voluto dare, con questa serie di eventi, un segnale di rinascita dopo mesi difficili. “Ho poi pensato, insieme a Oscar Meloni, -continua- che fosse il momento giusto per regalare a Torre delle Stelle, uno dei posti che mi ha visto crescere, una vita culturale che manca da tanto, troppo tempo. E che di sicuro, in questi termini, non c’era mai stata.”

Apre la rassegna Cristina Caboni, una delle più grandi scrittrici sarde, che presenta “La casa degli specchi” (Garzanti), il 1° agosto. Anthony Muroni, già direttore dell’Unione Sarda e di Radiolina, fra le voci più autorevoli e note del panorama giornalistico sardo, presenta “Venticinque anni” (La Zattera) il 4 agosto. L’8 agosto arriva Valeria Pecora, una delle penne femminili più intense dell’isola, con il suo “Mimma” (La Zattera). Il grande giornalista e scrittore Giacomo Mameli presenta il suo nuovo libro “Hotel Nord America” (Il Maestrale) l’11 agosto. “Leggende rossoblu” (Grafiche Ghiani) è il libro di Vittorio Sanna, storica voce del Cagliari, che viene presentato il 13 agosto. È poi il turno di “Giallo sardo” (Piemme), con Ciro Auriemma, Eleonora Carta, Carlo Augusto Melis Costa e Ilenia Zedda, il 19 agosto. Chiude la rassegna il 27 agosto il poliedrico Gianluca Medas, storico volto della cultura sarda, che presenta “Mammai manna” (Cuec) e il progetto Viajante.

Gli otto appuntamenti inizieranno tutti alle ore 18 nel locale “Il Sagittario” in Via del Sagittario 1, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza previste.