Il segreto per trasformare la vita in un’opera d’arte ne “La Strada Nuova” della danzatrice e pittrice nonché coach Simona Atzori – in cartellone giovedì 14 febbraio alle 21 al Padiglione Tamuli nelle ex Caserme Mura di Macomer sotto le insegne della Stagione di Danza 2018-2019 organizzata dal CeDAC nell’ambito del Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna.

Un avvincente racconto per quadri ispirato all’omonimo libro dell’artista milanese – un testo autobiografico sulla storia di «una bambina vivace e piena di sogni», diventata una giovane donna coraggiosa e determinata che ha saputo vincere i propri limiti e superare le barriere per diventare un’elegante farfalla, grazie al suo talento, e imparare a danzare sulle ali della libertà. Innamorata della danza e della pittura, fin da piccola ha iniziato a studiare seguendo il suo talento e la sua inclinazione per le forme e i colori e per il movimento – grazie all’affetto e al sostegno di una famiglia che ha saputo guardare oltre «quel che non c’è» per far sbocciare la bellezza.

“La Strada Nuova” è un’opera multimediale che sposa danza e pittura, suoni e visioni, parole e emozioni, una creazione originale che riflette le diverse anime e i molteplici talenti di un’artista poliedrica per trasmettere il senso profondo di un’esperienza insieme personalissima e universale, cui è sotteso un messaggio di speranza oltre a un invito a lottare contro le proprie fragilità e le proprie paure, ma anche contro i pregiudizi, per lasciarsi guidare da istinto e sensibilità, fantasia e passione.

Sul palco – insieme alla protagonista di una straordinaria avventura artistica e umana, che dimostra come si possano infrangere e stravolgere i canoni estetici per dare corpo ai propri sogni – le danzatrici Mariacristina Paolini e Beatrice Mazzola, che firmano anche le coreografie con Simona Atzori (quest’ultima anche autrice dei dipinti). Una partitura “corale” per una storia che si fonda sulla consapevolezza e sull’equilibrio interiore ma anche sull’importanza dell’amicizia e delle relazioni, sugli stati di grazia e sui doni preziosi che ciascuno riceve, sulla capacità di aprirsi all’altro, di ascoltare e capire e sull’amore per la vita.

“La Strada Nuova” è la sintesi folgorante di un’esistenza illuminata dalla grazia e dall’amore, un’opera poetica strutturata in diversi capitoli, dai segni sulla tela che si evolvono in geometrie danzanti, come se i sentimenti racchiusi in una sfumatura di colore prendessero corpo sulla scena, e l’assolo della danzatrice e pittrice si trasforma in un pas de trois in cui le interpreti cercano una forma e un respiro comune, una raffinata, intima e preziosa armonia.

Ouverture tra danza e pittura “in scena” poi una vita sullo schermo, con il diario per immagini: un video che riassume aspirazioni e desideri, speranze e ostacoli, fatica e piccoli e grandi successi, applausi e immancabili sorrisi. Infine quasi a rompere idealmente la quarta parete, l’incontro con il pubblico, il momento dell’ascolto e del dialogo, in cui Simona Atzori offre la propria esperienza, condivide gioia e dolori, il senso di sconforto e l’entusiasmo e la voglia di ricominciare, rialzandosi dopo ogni caduta, con la coscienza di un cammino non sempre facile ma che val la pena di percorrere per riuscire a essere finalmente e pienamente se stessi.

Un sogno – divenuto realtà – e l’incanto di un sorriso.

INFO & PREZZI
Biglietti: intero € 16 – ridotto € 14 – ridotto studenti € 5
Info: cell. 347 8777538 oppure sulla pagina Facebook.