Martino Cugusi è il nuovo assessore della giunta comunale di Stintino. Nell’ultima seduta del consiglio comunale dei giorni scorsi, il primo cittadino Antonio Diana ha conferito al consigliere le nuove deleghe. Alla sua terza esperienza in consiglio comunale – la prima dal 2007 al 2012 come consigliere – Martino Cugusi raccoglie il testimone di assessore dopo la scomparsa dell’assessore Angelo Moschella, il 6 febbraio scorso. Il sindaco gli ha dato le deleghe alle Manutenzioni, Ambiente, Arredo urbano, Artigianato, Edilizia privata ed Ecologia.

Martino Cugusi era ritornato tra i banchi del consiglio a ottobre 2018 dopo le dimissioni della consigliera Eleonora Sechi per motivi di lavoro. E adesso, ritorna tra i banchi della giunta dopo l’esperienza fatta tra il 2012 e il 2017 quando gli vennero conferite le deleghe alla viabilità, verde pubblico, sport, e demanio turistico.

Il sindaco ha deciso, inoltre, di attribuire la delega per le Attività ricreative all’assessora Antonella Mariani e quella per il Commercio al vicesindaco Angelo Schiaffino.

Nella stessa seduta, il consiglio comunale ha approvato a maggioranza (7 voti favorevoli e 3 astenuti della minoranza) la mozione per la richiesta dell’istituzione della Città metropolitana di Sassari. «Un’istituzione che – ha detto il sindaco Diana – darebbe a questo nuovo ente la possibilità di godere di un regime di rapporti diversi con il governo e, soprattutto, di poter contare su contributi e libertà di movimento diverse». Gli ha fatto eco il vicesindaco Schiaffino che ha ribadito come la Città metropolitana potrebbe accedere a finanziamenti regionali e comunitari ai quali la Rete metropolitana adesso non ha accesso.

L’assemblea comunale, poi, ha detto sì allo slittamento della prima rata dell’Imu al 30 settembre. «Non saranno applicate né sanzioni né interessi – ha spiegato Antonio Diana – e non saranno alterati gli equilibri di bilancio. Abbiamo ricevuto il parere favorevole del revisore dei conti e della Ragioneria».

All’unanimità, infine, il consiglio ha approvato il regolamento per la determinazione e l’applicazione delle sanzioni amministrative, attraverso il quale – ha spiegato il segretario comunale Roberto Amerise – vengono definite le condizioni per ottenere la rateizzazione del pagamento della cartella, quindi i criteri e gli scaglioni. Viene chiarito, tra le altre cose, il procedimento interno e i criteri attraverso i quali sono determinate le sanzioni, l’ordinanza di ingiunzione e il procedimento di notifica.