È stato sottoscritto l’accordo tra Cin-Tirrenia il Mit ed il Mise per garantire la continuità territoriale marittima delle persone e delle merci per la Sardegna. Oltre a garantire le imprese che vantano crediti con Cin-Tirrenia, il ministero dei Trasporti dovrà predisporre in tempi brevi un bando di gara che contenga non solo frequenze delle tratte dai porti sardi verso la penisola ma anche tipi di navi, tariffe certe e calmierate e una clausola sociale tale da tutelare tutti i posti di lavoro.

L’assessore comunale dell’Innovazione tecnologica, Ambiente e Politiche del mare Alessandro Guarracino esprime “piena adesione a ogni ipotesi di sblocco in merito all’erogazione dei servizi di continuità territoriale marittima verso il capoluogo”.

“Siamo pronti a garantire il massimo impegno istituzionale – afferma l’assessore – e il sostegno concreto a quanti si sono dichiarati disponibili da subito ad ampliare il fronte dei collegamenti con la Sardegna per fare fronte all’attuale emergenza e garantire l’approvvigionamento delle merci”.

In attesa di una soluzione chiara e repentina del blocco operativo delle navi Cin – Tirrenia l’assessore prende atto della disponibilità manifestata dalla compagnia Grendi e dall’associazione Alisa a fare fronte all’emergenza e segue con favore il potenziamento dei collegamenti con l’Isola per superare l’attuale impasse.

“Garantiamo il nostro impegno per una soluzione rapida e positiva della vertenza – prosegue Guarracino – scongiurando così ogni possibile interruzione di un servizio vitale per la comunità cagliaritana e sarda e siamo sin d’ora in prima linea nella battaglia per la garanzia ai cittadini isolani di tariffe agevolate, per la difesa del comparto del turismo e il sostegno pieno e incondizionato alla categoria degli autotrasportatori, vessati come non mai da un insostenibile rincaro delle tariffe”.