Consultare i documenti, chiedere la parola per gli interventi, votare una mozione, un regolamento o un punto all’ordine del giorno: i consiglieri potranno fare tutto a distanza, attraverso una app, e in piena sicurezza. Riparte grazie a una nuova tecnologia studiata appositamente per gli enti pubblici l’attività amministrativa del Consiglio comunale: la mattina di lunedì 20 aprile, alle 11, l’assemblea civica si riunirà sulla piattaforma digitale Concilium.

Quello di Porto Torres sarà il primo comune in Sardegna a inaugurare le riunioni in videoconferenza del Consiglio in tempi di Covid-19. Alla riunione virtuale potranno assistere anche i cittadini, collegandosi al sito web del Comune nella sezione dedicata al Consiglio online.

«La tecnologia – sottolinea il presidente del Consiglio comunale, Gavino Bigella – ci consentirà di riprendere la nostra regolare attività amministrativa e riattivare il confronto tra le forze politiche. Siamo orgogliosi di fare da apripista a questo progetto di innovazione digitale. Non sarà una semplice videoconferenza ma una vera e propria assemblea, seppur in ambiente virtuale, durante la quale i consiglieri potranno svolgere tutte le funzioni e le prerogative previste dal regolamento. Ringrazio la struttura comunale e i tecnici del Ced per averci permesso di attivare in tempi rapidissimi l’applicativo».

La piattaforma Concilium consente la partecipazione interattiva alle riunioni, permette la consultazione dei documenti attraverso l’utilizzo di dispositivi mobili nel rispetto delle politiche di sicurezza e di riservatezza dei dati, presidiando il rischio di non conformità alle norme, di eventuali reati informatici e del trattamento illecito dei dati. L’applicativo permette lo svolgimento in videoconferenza delle sedute, garantendo la partecipazione e il voto elettronico da remoto. Con l’App Concilium è possibile visualizzare i documenti della seduta, aprire la videoconference, chiedere la parola, seguire il countdown del proprio intervento, visualizzare i consiglieri che richiedono la parola, rilevare la presenza e l’uscita dalla seduta, effettuare la votazione e visualizzare il sinottico con le informazioni della seduta (presenze, votazioni, odg in discussione).

La piattaforma, fruibile attraverso un semplice smartphone o tablet con sistema operativo iOS o Android, garantisce il rispetto di tutti i criteri di regolarità, trasparenza e tracciabilità in ottemperanza ai requisiti fissati dalla norma. Le modalità procedimentali previste dalla App ricalcano i modelli già applicati da numerosi regolamenti comunali e dagli statuti delle società private e permettono all’Ente locale di poter utilizzare questo strumento anche dopo lo stato di emergenza attuale. La piattaforma gestisce il workflow documentale tra le segreterie ed i consiglieri e segue tutto il processo organizzativo ed operativo delle riunioni grazie ai seguenti moduli principali: digitalizzazione delle sedute, sistema di votazione elettronica, streaming audio video, trascrizione automatica, sistema di conference. Il progetto è stato strutturato da TIM in partnership con Dromedian srl.