Dal primo ottobre addio alle isole ecologiche per le attività commerciali: la raccolta delle frazioni differenziate sarà svolta esclusivamente secondo le modalità del porta a porta, come accade per le utenze domestiche. È quanto emerso nei giorni scorsi durante un incontro tra l’Amministrazione comunale e Ambiente 2.0, la società che gestisce il servizio di igiene urbana. Tra le novità introdotte ci sono l’incremento dei ritiri delle frazioni con maggiore produzione di rifiuti e la raccolta garantita ogni giorno, compresa la domenica.

 

«L’utilizzo distorto delle isole ecologiche da parte di alcuni titolari di attività e di diversi incivili durante le ore notturne ci ha spinti a prendere la decisione di rimuovere le strutture e introdurre il porta a porta anche per i commercianti. I titolari degli esercizi che operano nelle diverse zone del centro storico – afferma il Sindaco Sean Wheeler – dal primo ottobre dovranno conferire esclusivamente secondo questa modalità. Le isole ecologiche verranno rimosse dall’azienda contestualmente, nella notte del 30 settembre, con la supervisione del Comando di Polizia Locale. Un’ulteriore innovazione sarà il ritiro dei rifiuti differenziati nelle attività commerciali ogni giorno, domenica compresa». Nei prossimi giorni comincerà la consegna dei contenitori e del calendario, con tutte le istruzioni per il conferimento. Le frazioni di rifiuti differenziati per le quali si riscontra una maggiore produzione verranno raccolte quotidianamente. L’esposizione dei bidoni dovrà però essere effettuata dalle 6 alle 8:30 del mattino, per evitare che i contenitori siano oggetto di abbandono di rifiuti indifferenziati da parte dei cittadini. Dopo la fine delle attività di ritiro, previste da capitolato entro le ore 12:20, i bidoni dovranno essere rimossi dai titolari e portati all’interno dei locali, nel rispetto del regolamento comunale vigente, per evitare sanzioni da parte dei vigili urbani. Le deroghe speciali potranno essere concesse solo in via eccezionale, in caso di evidente impossibilità ad effettuare i conferimenti negli orari previsti. «In ogni caso – sottolinea l’Assessora all’Ambiente, Cristina Biancu – questa prima fase sarà sperimentale. Orari e modalità potrebbero subire delle modifiche se si dovessero riscontrare delle difficoltà da parte delle utenze. Il porta a porta ci consentirà di verificare meglio anche la qualità della differenziazione dei rifiuti. Siamo certi che l’addio al sistema di conferimento con le isole ecologiche, oltre a risolvere il problema del gettito indiscriminato della spazzatura, ci aiuterà a far crescere le percentuali della raccolta. Da diversi giorni, inoltre, sono stati intensificati su tutto il territorio i controlli da parte del Comando di Polizia Locale. Consigliamo ai furbetti del sacchetto di cambiare drasticamente le loro cattive abitudini – conclude l’Assessora – se vogliono evitare verbali salati e denunce penali previste dalle normative a tutela dell’ambiente».