Sono partiti nei giorni scorsi i lavori per il completamento delle opere di difesa e banchinamenti interni del porto Marina di Stintino. La ditta che si è aggiudicata l’appalto per circa 1,2 milioni di euro, la Cgf srl di Valle della Lucania, ha aperto il cantiere nell’area del molo di sopraflutto. Proprio qui, dove la ruspa è al lavoro per realizzare una massicciata lungo il molo, sorgerà la nuova area per il rifornimento carburanti delle imbarcazioni.

L’impianto di distribuzione carburante, al momento, è situato all’interno del Porto Mannu con l’evidente limite di accesso, per il basso fondale, alle grandi imbarcazioni che, invece, possono attraccare al Marina di Stintino. La conclusione di questi lavori darà un importante contributo allo sviluppo del compendio portuale stintinese che, in questo modo, garantirà una maggiore offerta per i diportisti.

La ditta dovrà realizzare, oltre al nuovo distributore, una serie di cavedi per il posizionamento dei tubi della stazione di pompaggio, i serbatoi e opere di finitura e completamento dell’intero molo di sopraflutto. I lavori, finanziati con fondi regionali, avranno la durata di circa 320 giorni.

Il progetto si inserisce all’interno del più vasto progetto per il rinnovo del waterfront del porto stintinese e per il quale il comune ha realizzato un concorso di idee per il suo rinnovo, vinto dallo studio Criteria.

Nei giorni scorsi, inoltre, è avvenuta l’aggiudicazione definitiva (alla Sbarch, raggruppamento temporaneo di professionisti) del progetto per il nuovo centro culturale del paese che sorgerà nell’area dell’ex depuratore. Qui saranno realizzati spazi espositivi per attività di studio e di ricerca, per incontri e conferenze. Qui sarà realizzata anche la nuova biblioteca che completerà la cittadella della cultura. I lavori per il nuovo centro culturale sono finanziati per circa 1,6 milioni di euro con fondi della Rete metropolitana.

È stato aggiudicato alla A1 engineering, infine, il progetto definitivo della casa per anziani la cui costruzione è prevista nella zona verde della panoramica.