Oristano ha la prima vittima da Covid-19. Si tratta di un volontario del soccorso di 56 anni, dipendente del Consorzio di bonifica, originario di Busachi, che era ricoverato da qualche giorno all’Ospedale Santissima Trinità di Cagliari, il cui decesso è avvenuto la scorsa notte.

È una notizia che ci rattrista e che ci fa riflettere sulla gravità del momento – dice il Sindaco Andrea Lutzu che appena appresa la notizia dalla ASSL ha sentito il sindaco di Busachi per testimoniare il cordoglio della comunità oristanese ed estenderla anche ai familiari del paziente deceduto -. Piangiamo una persona nota per il suo impegno nel volontariato e che anche durante questa emergenza sanitaria si era distinta per la sua generosità”.

Se, durante la prima ondata della pandemia, Oristano era stata risparmiata, in queste settimane anche la nostra comunità sta facendo i conti con tanti contagi e purtroppo oggi anche con il primo decesso – prosegue il Sindaco Lutzu -. Le misure di contrasto alla diffusione del virus devono essere seguite scrupolosamente, ma ancora più scrupolosa devono essere i comportamenti frutto di una presa di coscienza da parte di ogni singolo cittadino. Tutti devono fare la loro parte e rispettare le regole. Iniziamo da quelle base: distanziamento, utilizzo della mascherina e igienizzazione delle mani. Sono la prima importante diga contro la diffusione incontrollata di questo maledetto virus”.