Parte domani, a Torre Grande, per concludersi domenica 19 luglio, la Festa del Gusto Internazionale. Dal 16 al 19 luglio, tutte le sere dalle 18, il lungomare di Torre Grande ospiterà la seconda tappa della rassegna enogastronomica.

“Lo scorso anno è stato un successo e quest’anno sarà anche meglio con tanti nuovi stand – assicura l’Assessore al Turismo Massimiliano Sanna -. Torre Grande, con i tanti servizi che da 10 anni le consentono di fregiarsi della Bandiera blu, è pronta ad ospitare un weekend all’insegna del mangiar bene, del bere meglio e soprattutto delle grigliate con il meglio delle ricette della cucina sarda, ma anche di quella messicana, argentina, cubana, belga, siciliana, romana, ligure e di altre realtà nazionali e internazionali”.

La Festa del Gusto Internazionale proporrà prodotti sani e genuini: gli chef dei diversi stand si riforniscono presso le attività produttive locali: il pane viene comprato nei panifici del territorio, così le verdure e la carne. Gli stessi cuochi esteri pur essendo stranieri, originari di paesi lontani, utilizzeranno in larga parte sardi.

“Gli ampi spazi e ventilati come il lungomare di Oristano sono i luoghi ideali per organizzare eventi al tempo del Covid, con ingresso contingentato a numero chiuso all’area della festa, telecamere a infrarossi che trasmettono direttamente nella sala regia dell’evento i dati aggiornati in tempo reale degli ingressi e dei presenti” spiegano gli organizzatori. Infine, la doverosa raccomandazione e le regole da osservare: “La mascherina sempre con sé, da indossare quando non è possibile rispettare la distanza interpersonale di minimo un metro tra non conviventi (viene richiesta all’ingresso). Il termoscanner consentirà di misurare la temperatura (sempre all’ingresso), detergente per sanificare le mani all’ingresso e presso ogni stand, adesivi segnaposto per il mantenimento delle distanze quando si fa la fila e uno staff appositamente formato per informare le persone sulle regole anticovid e vigilare che non si creino assembramenti”.