Sono state prorogate a Oristano le precedenti ordinanze fino al 3 maggio in linea con quanto disposto dal nuovo DPCM del 10 aprile.

Lo stabilisce una nuova ordinanza (LINK) del Sindaco Andrea Lutzu che conferma tutte le misure sin qui adottate, Tra le altre la chiusura al pubblico degli uffici comunali fino al 3 maggio, la chiusura domenicale delle attività commerciali fatta eccezione per farmacie, parafarmacie, edicole e distributori di carburante, l’obbligo di rimanere in casa salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute e le limitazioni negli spostamenti con veicoli e nella conduzione degli animali d’affezione.

“Le restrizioni sono quelle ormai note a tutti che riconfermiamo e proroghiamo sino al 3 maggio secondo quanto stabilito a livello nazionale – spiega il Sindaco Lutzu -. Ancora una volta occorre rimarcare l’importanza del rispetto delle regole per arginare il dilagare del virus. I segnali che si registrano a livello nazionale inducono a pensare che le misure adottate stiano funzionando, ma occorre ancora tempo perché si possa vedere la luce in fondo al tunnel e pensare di poter tornare a una condizione di normalità. Occorre rispettare le regole e adottare ogni accorgimento utile a sconfiggere il Coronavirus, così oltre alle ormai note regole sul distanziamento tra le persone e sull’igiene personale è comunque consigliabile proteggere la bocca e il naso con la mascherina o, se non la si possiede, con un foulard, un fazzoletto o una sciarpa. Il Comune ha già distribuito migliaia di mascherine a medici, anziani, farmacisti, supermercati, associazioni di volontariato, operatori della protezione civile e della polizia locale. Nei prossimi giorni ne riceveremo altre e ne distribuiremo ancora, purtroppo non siamo ancora nella condizione di provvedere a una distribuzione generale alla popolazione, ma faremo tutto il possibile per raggiungere quante più persone possibile”.