Il Sindaco Andrea Lutzu ha riunito la Giunta e i dirigenti comunali e, recependo il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 marzo 2020, ha reso note le misure adottate a livello nazionale per combattere la diffusione del Coronavirus e riassunto le misure in vigore a Oristano.

Queste le misure che sono immediatamente operative e valide, secondo quanto disposto a livello nazionale, fino al 15 marzo:

  • Sospensione delle lezioni e delle attività nelle scuole, università e asili
  • Chiusura della Scuola civica di musica, delle Ludoteche comunali e del Centro anziani di via Cagliari, della Sala studio della Biblioteca comunale e dello Spazio Giovani di Sa Rodia che potrà svolgere le attività esclusivamente all’aperto rispettando la distanza di almeno 1 metro tra le persone
  • Sospensione di ogni attività o manifestazione nell’Auditorium dell’Hospitalis Sancti Antoni e nell’ex Teatro San Martino
  • Negli uffici comunali, specie in quelli a contatto diretto con il pubblico, si deve evitare l’assembramento di persone e rispettare la distanza di almeno 1 metro tra le persone
  • Nel Museo Antiquarium Arborense, nella Pinacoteca comunale Carlo Contini, nella Biblioteca comunale e nel Centro di documentazione della Sartiglia gli accessi sono consentiti a condizione che sia mantenuta la distanza di almeno 1 metro tra le persone
  • Sono sospese le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro
  • È consentito lo svolgimento di eventi e competizioni sportive, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro
  • Nei reparti dell’Ospedale San Martino e all’Hospice di Oristano per evitare assembramenti e garantire il rispetto delle distanze di sicurezza, i visitatori potranno accedere in reparto uno alla volta e solo per il tempo dedicato alle visite

Con riferimento agli uffici comunali il Sindaco Andrea Lutzu invita i cittadini a non recarsi di persona negli uffici comunali, a meno che non sia urgente e indispensabile, ma a privilegiare i contatti telefonici e via mail: “Anche in questo momento di grande preoccupazione per la salute pubblica il Comune di Oristano deve assicurare tutti i servizi in modo puntuale. Per evitare assembramenti negli uffici, rispettando l’esigenza di serenità dei cittadini e dei dipendenti comunali che svolgono servizio al pubblico, invito tutti i cittadini a recarsi agli sportelli comunali solo per le pratiche che richiedono in modo inderogabile la presenza fisica dell’utente. In questi casi occorre rispettare la distanza di almeno 1 metro tra le persone ed evitare che si formino file davanti ai front office e agli uffici. Negli altri casi suggerisco di rivolgersi agli uffici tramite i numeri di telefono (nei giorni e negli orari stabiliti) o tramite mail”.