Cosa lega Lucio Dalla e l’Odissea?Lo si potrà scoprire mercoledì 24 luglio alle ore 21:00 in piazzetta Dionigi Panedda a Olbia, grazie allo spettacolo di teatro-canzone “Ulisse coperto di sale” portato in scena dal Teatro dello Sbaglio.

Lo spettacolo intreccia i racconti di un’odissea contemporanea con le canzoni dell’indimenticabile cantautore bolognese ed è recitato in diversi dialetti italiani, raccontando in modo originale e contemporaneo il viaggio di Ulisse nel mar Mediterraneo. Telemaco è un senza dimore che abita sulla riva del mare. Resta seduto in attesa che il mare gli porti notizie del padre mai tornato.

Ma dal mare arrivano racconti di persone e di creature misteriose e così Telemaco offre il suo spettacolo di parole e di musica ai passanti mischiando la narrazione con brani di Lucio Dalla come “4 marzo 1943”, “Com’è profondo il mare”, “Stella di mare”, “L’anno che verrà”, arrangiate ed eseguite da Paolo Mari(chitarra e armonica) e con David Domilici, percussioni e effetti sonori.

Le parole si ispirano ad Omero ma anche ai testi di Mario Perrotta e di Massimo Recalcati ai quali si intrecciano gli scritti originali dell’attore sceneggiatore Cosimo Postiglione che li interpreta con grande intensità emotiva, qualità e intensità vocale.