Venerdì 9 agosto alle ore 21:00 in piazza Santa Croce andrà in scena Ascanio Celestini con lo spettacolo dal titolo “Storie comiche ferroviarie” (Studio di Barzellette).

Ascanio Celestini è considerato uno dei rappresentanti più importanti del nuovo teatro di narrazione. I suoi spettacoli, preceduti da un approfondito lavoro di ricerca, hanno la forma di storie narrate in cui l’attore-autore assume il ruolo di filtro con il suo racconto, fra gli spettatori e i protagonisti della messa in scena.

Con questo nuovo spettacolo, tratto dalla sua recente pubblicazione “Barzellette” (2019), Celestini si concede un divertente intermezzo dedicato alle storielle da sempre create in ogni luogo del mondo, spesso con strutture e personaggi analoghi. Ce le racconta in una cornice inaspettata, con la sapienza di un grande narratore, mettendole in fila come i vagoni di un treno. Un vero e proprio mondo da esplorare per ricordarci che si può ridere di tutto e sopratutto di noi. Uno humor tutt’altro che politicamente corretto, e per questo catartico: perché, come ci suggerisce il comico romano, le barzellette «ci danno la possibilità di prendere il peggio di noi e del mondo e di appropriarcene per smontarlo e conoscerlo. Sono un’arma tolta di mano a un assassino e usata in maniera ridicola. Trasformare il fucile a canne mozze in una pistola ad acqua o al veleno, ma in entrambi i casi innocua. Mostrare quanto siamo infami, ma anche quanto siamo liberi e deboli».

Sabato 10 agosto alle ore 21:00 in piazza santa Croce, in occasione del ventennale della morte Fabrizio de André la Rassegna propone una serata speciale dedicata al cantautore genovese.

Ospite della Rassegna sarà Dori Ghezzi, la donna che dal 1974 è stata accanto a Fabrizio De Andrè e che per la prima volta con il libro “Io, lui, noi”, edito da Einaudi, racconta della sua vita e del suo rapporto con il più grande e carismatico cantautore italiano, con lo scopo di restituirci un De Andrè inedito visto attraverso i suoi occhi. Dialogherà con l’autrice la giornalista Caterina De Roberto.

A seguire il tributo a Faber con lo spettacolo/concerto dal titolo “Fabrizio De Andrè senza tempo e altri compagni di viaggio”, voluto ed interpretato da tre dei suoi musicisti storici; Ellade Bandini, Mario Arcari e Giorgio Cordini insieme al cantante e musicista Alessandro Adami porteranno sul palco i più grandi successi del poeta. Un’opera, la sua, che non smette di parlare al cuore.

La Rassegna Letteraria Sul Filo del Discorso riprenderà i suoi appuntamenti venerdì 6 settembre con la presentazione del libro di Flavio Soriga “Nelle mie vene” a cui seguirà, domenica 8 settembre, Giancarlo Giannini e il Marco Zurzolo Quartet con lo spettacolo “Le Parole note”.

La Rassegna si concluderà martedì 17 settembre con lo spettacolo musicale “Odissea un Canto Mediterraneo” con Peppe Servillo, Mario Incudine, Antonio Vasta, Anita Vitale, Giorgio Rizzo, Antonio Putzu, Faisal Taher e l’Orchestra Popolare Siciliana.