Oggi è la Giornata Mondiale per la consapevolezza sull’autismo, sancita dalle Nazione Unite con la risoluzione 67/139 del 18 dicembre 2017, per promuovere la conoscenza dell’autismo e la solidarietà nei confronti dei bambini e delle persone che ne sono affette. Per sensibilizzare l’opinione pubblica, la più grande organizzazione mondiale per promuovere la ricerca scientifica sull’autismo, la Autism Speaks, ha lanciato l’iniziativa “Light it up blue”: i monumenti del mondo, in questa giornata, si illuminano di blu a testimoniare la sensibilità delle Città rispetto alla problematica.

Il Comune di Olbia aderisce a queste iniziative e alla “Carta dei diritti delle persone autistiche”, adottata come risoluzione formale per gli affari sociali del Parlamento Europeo nel 1996 e che ha il fine di migliorare la qualità della vita delle persone con sindrome dello spettro autistico e delle loro famiglie.

«L’Amministrazione Comunale è da tempo sensibile al crescente fenomeno dell’autismo. Abbiamo aderito alle iniziative di sensibilizzazione in collaborazione con l’Associazione Sensibilmente di Olbia. – afferma l’Assessore ai Servizi Sociali Simonetta Lai – Oggi è la Giornata Mondiale per la consapevolezza sull’autismo e riflettevo sul significato della parola “consapevolezza”. Se ne parla, ma credo che sia davvero complicato capire fino in fondo i problemi che devono affrontare sia i bambini che le persone che stanno al loro fianco. La Carta ha un grande valore perché fa conoscere le peculiarità di questo disturbo, in modo ognuno di noi possa essere sempre più accogliente nei confronti di queste persone».

«Non possiamo che sostenere con forza questa iniziativa. – afferma la Capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale Maria Antonietta Cossu – Come recita la Carta, “le persone autistiche devono poter godere degli stessi diritti e privilegi della popolazione europea nella misura delle proprie possibilità e del proprio miglior interesse”. Siamo assolutamente convinti e faremo la nostra parte perché questi diritti siano valorizzati, protetti e applicati anche nella nostra realtà. Oggi abbiamo fatto un importante passo in questa direzione».