L’associazione culturale Settima Arte con il patrocinio della Regione autonoma della Sardegna presenta la rassegna cinematografica Cinema e Giornalismo – Scoop e fake news che avrà inizio domani, giovedì 29 novembre, alle ore 18:00 presso i locali del Greenwich D’essai in via Sassari 67, e proseguirà per altri 15 appuntamenti fino al mese di febbraio 2019. L’ingesso è libero e gratuito.

L’appuntamento di domani sarà presentato dal direttore artistico Sergio Naitza, e prevede la proiezione del film di Billy Wilder “L’asso nella manica”, del 1951, che aprirà il blocco tematico “Inchiesta” che proseguirà con altri due appuntamenti.

Martedì 11 dicembre seguirà il capitolo “Scoop” con tre proiezioni, la prima introdotta da Gianni Olla. Il terzo blocco, “Inviato speciale” è fissato per giovedì 10 gennaio e sarà introdotto da Pietro Picciau. Il 22 gennaio si parlerà di “Giornalisti e redazioni”, il penultimo blocco riguarderà invece “Cronaca e potere”. La rassegna si concluderà martedì 12 febbraio con il documentario del 2019 di Micheal Moore “FARENHEIT 11/09”, introdotto da Francesco Birocchi.

Il Cinema con la sua forza narrativa e l’indubbia capacità immaginaria ha spesso raccontato il mondo del giornalismo ergendolo a protagonista di numerosi film di successo. Il legame tra cinema e giornalismo, così congeniale alla nostra contemporaneità, trova in realtà la sua ragion d’essere nel bisogno, tipicamente umano, di narrare le proprie gesta e rappresentare le proprie storie. Sin dalle origini della civiltà gli esseri umani hanno infatti manifestato una spiccata propensione a raccontare le proprie esperienze di vita attraverso arti visive e narrative.