l 21 maggio di ogni anno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale della Diversità Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo, proclamata dalle Nazioni Unite nel 2002, subito dopo l’adozione da parte dell’UNESCO della Dichiarazione Universale sulla Diversità Culturale, il 2 di novembre del 2001.

A Oristano, il 25 maggio, presso il Centro Servizi Culturali – Unla, Via Carpaccio, dalle h 16:45 > 19:30, si svolgerà la celebrazione sarda di questo importante appuntamento annuale per affermare il valore fondamentale della Dichiarazione stessa, per la pace e il mutuo riconoscimento della diversità culturale e linguistica.

Quindi, il tema centrale del confronto sarà: “Sos deretos linguìsticos sunt deretos umanos. / Diversidade Linguìstica e Diversidade Culturale”.

Ne parleranno: Mario Carboni • Diegu Corràine • Antoni N. Garau • Oresti Pili • Micheli Pinna • Pàulu Zedda • Joan E. Adell

La Giornata di Oristano vuole riflettere soprattutto su ciò che più ci tocca come Sardi nell’Articolo 5 «[…] Ogni persona deve così potersi esprimere, creare e diffondere le sue opere nella lingua di sua scelta e in particolare nella propria lingua madre; ogni persona ha il diritto ad una educazione e ad una formazione di qualità che rispettino pienamente la sua identità culturale; ogni persona deve poter partecipare alla vita culturale di sua scelta ed esercitare le sue attività culturali nei limiti imposti dal rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali.»
E anche nell’articolo 5 e 6 delle Linee Essenziali di un Piano d’azione della Dichiarazione Universale dell’UNESCO sulla Diversità Culturale, ossia :
«5. Tutelare il patrimonio linguistico dell’umanità e difendere le capacità espressive, la creatività e la diffusione del maggior numero possibile di lingue; 6. Incoraggiare la diversità linguistica, nel rispetto della lingua madre, in ogni ambito dell’educazione, dovunque ciò sia possibile, e stimolare l’apprendimento del multilinguismo fin dalla più tenera età.»

Organizzano: Assemblea de sa limba sarda e de sas àteras limbas de Sardigna / Sotziedade pro sa limba sarda / L’Altra Cultura / Istitutu Bellieni / Comitadu pro sa limba sarda / Acadèmia de su Sardu onlus
Patrocinio: Centro Servizi Culturali -Unla ARISTANIS