Venerdì 24 novembre, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza di genere, la MEM – Mediateca del Mediterraneo di via Mameli a Cagliari ospiterà, a partire dalle 10, l’incontro “Femminile, multiculturale”.

L’appuntamento, che si inserisce nel programma del Festival Nues, è finalizzato a sensibilizzare le giovani generazioni sulle tematiche della prevenzione e del rispetto, delle pari opportunità e della solidarietà femminile, attraverso la letteratura e il fumetto.

Protagoniste della giornata le scrittrici Selma Dabbagh e Sumia Sukkar, che prenderanno parte al dibattito, moderato dalla giornalista Federica Ginesu, insieme a Chiarastella Campanelli, responsabile della collana AltriArabi per le edizioni “Il Sirente” e alla sceneggiatrice Francesca Ceci.

L’incontro, collocato all’interno della sezione Fumetti_Oltre, intende proporre una riflessione sulla condizione femminile dell’Europa moderna, in cui l’emancipazione della donne, in alcune frange della società, indipendentemente dalla tradizione culturale a cui ci si riferisce, sembra incontrare ancora notevoli resistenze, e in cui l’incontro tra culture differenti, occasione di arricchimento, provoca anche contrasti che, a livello sociale, sembrano impattare maggiormente sulla condizione femminile.

L’evento aderisce a “Posto Occupato”, in collaborazione con l’associazione culturale Le Donne Sarde, un’iniziativa a carattere nazionale ideata dall’attivista Maria Andaloro che consiste nell’atto simbolico di occupare, con un cartello, un posto in un luogo pubblico in memoria di una donna violata o vittima di femminicidio per far capire quanto la violenza sulle donne sia spesso silenziosa e silenziante e quanto circoli intorno a noi.

Durante l’incontro verrà proiettato il progetto fotografico di Laura Farneti, che ha ritratto nei suoi scatti i volti femminili protagonisti degli ultimi otto anni di Nues.