Esistono e si possono tracciare innumerevoli itinerari in grado di portarci a scoprire le bellezze e la ricchezza di risorse dell’isola sarda: da quelli enogastronomici, in grado di deliziare ogni palato, ai percorsi storico-archeologici sino a quelli dedicati a una totale immersione nella natura, che si tratti delle bianchissime spiagge che costellano le coste o, per i più avventurosi, di un trekking in uno dei canyon più belli d’Europa, la Gola di Su Gorroppu. In questo articolo cercheremo di proporvi invece un itinerario alternativo, un road trip scandito dal calendario denso di eventi culturali che i numerosi festival estivi offrono in tutta l’isola.

Licanìas 2019 – Piergiorgio Odifreddi. Foto Andrea Alfano

Meglio preparare lo zaino per tempo e lasciare spazio adeguato per fare il pieno di libri perché Licanias (licanias.it), di casa a Neoneli (in provincia di Oristano), ha anticipato il suo calendario ricco di appuntamenti a inizio estate. Quest’edizione si svolgerà infatti dal 6 al 9 giugno: quattro giornate fitte di incontri, presentazioni letterarie, mostre e concerti di cui saranno protagonisti oltre quaranta ospiti tra scrittori, giornalisti, musicisti e artisti (tra i nomi di spicco: Massimo Zamboni, Giuseppe Culicchia, Tiziano Scarpa, Aldo Nove, Piergiorgio Odifreddi, Roberto Cotroneo). Un’occasione imperdibile per visitare questo piccolo e antico paese del Barigadu e il suo caratteristico centro storico.

L’Isola Delle Storie. Foto Andrea Marongiu

Qualche giorno di riposo, magari una breve sosta alle Terme di Fordongianus o una visita a uno degli splendidi litorali dell’oristanese, e il nostro viaggiatore è pronto a ripartire verso paesaggi altrettanto affascinanti ma assai diversi: ad aspettarlo è Gavoi, paese-gioiello nel cuore della Barbagia. Infatti, l’evento che fa da “preludio” all’edizione 2019 de L’Isola delle Storie (isoladellestorie.it), uno dei festival letterari più intensi e partecipati, avrà luogo il 16 giugno mentre gli appuntamenti che costituiranno il clou della rassegna sono previsti dal 4 al 7 luglio. Non sarà facile tra laboratori, incontri con autori, dibattiti ed esposizioni, ritagliarsi il tempo per scoprire alcuni degli angoli più suggestivi del paese o per passeggiare nei boschi circostanti al Lago di Gusana, ma è una consigliatissima opzione.

Gallura Buskers. Foto Fausto Ligios

Luglio è uno dei mesi più ricchi di eventi, da Sulla Terra Leggeri (sullaterraleggeri.com), la kermesse letteraria «che unisce profondità e leggerezza, dibattiti e concerti, tavole rotonde e reading, colazioni con l’autore e partite a biliardino» e che prevede eventi in differenti località dell’isola, sino alla particolarissima (e giovane) rassegna che giungerà quest’estate alla sua settima edizione, il Gallura Buskers (gallurabuskers.it), festival internazionale dell’arte di strada che si tiene a Santa Teresa di Gallura (dal 16 al 20 luglio) e che porta artisti provenienti da tutto il mondo in una delle mete turistiche più amate. Quale migliore opportunità, tra uno spettacolo di giocoleria di altissimo livello e un mangiafuoco, per fare un salto in alcune delle meravigliose calette presenti a Capo Testa, per sdraiarsi al sole sulla Spiaggia Rena Bianca o per visitare Cala Grande, più conosciuta in Sardegna col nome di Valle della Luna?

Sulla Terra Leggeri. Bianca Pitzorno e Dori Ghezzi

Ad agosto sono tante le manifestazioni imperdibili e alcune di esse vantano una certa anzianità: dal 7 al 16 agosto arriva infatti la trentaduesima edizione di Time in Jazz (timeinjazz.it), imprescindibile rassegna musicale ideata dal trombettista Paolo Fresu per il suo paese natale, Berchidda, e che da svariate edizioni si è estesa ad altri comuni del Nord Sardegna. Quest’edizione, dal titolo Nel mezzo del mezzo, porterà a calcare il palcoscenico artisti internazionali del calibro di Omar Sosa e Yilian Cañizares, Nils Petter Molvær, Jaques Morelenbaum, nonché un buon numero di talenti provenienti dalla scena jazzistica nazionale. Non solo, nel cartellone figurano anche la regina della canzone italiana, Ornella Vanoni, il liscio dell’Orchestra Mirko Casadei, il duo Fantafolk di Vanni Masala e Andrea Pisu.

Musica sulle Bocche

Dal 22 al 25 agosto 2019 avrà luogo inoltre la diciannovesima edizione del festival jazz internazionale Musica sulle Bocche (musicasullebocche.it), che si svolgerà non più nella consueta location di Santa Teresa di Gallura ma dislocherà i suoi eventi in altre località sarde, ancora da definire.

Sonorità di genere diverso attendono il nostro viaggiatore all’Here I Stay Festival, manifestazione incentrata sulla musica indipendente e ideata dall’omonima associazione culturale nata nel 2006 che, all’attività di produzione musicale in qualità di etichetta discografica, affianca quella di organizzazione eventi. Con una “preview” il 20 di luglio al Museo Nivola di Orani, i numerosi live saranno di casa il 14 agosto alle Terme Romane di Fordongianus per poi proseguire il 20, il 21 e il 22 di settembre a Nurri (per restare aggiornati su tutte le novità inerenti alla line-up: hereistay.com).

Here I Stay Festival

Non solo musica ma anche tanto cinema. Tra luglio e settembre sono quattro le tappe imperdibili: il Festival Pensieri & Parole (festivalasinara.it) dal 5 al 14 luglio all’Asinara, La Valigia dell’Attore a La Maddalena dal 23 al 28 luglio (lavaligiadellattore.com), il festival di musica per cinema Creuza de Mà (musicapercinema.it) a Carloforte, nell’isola di San Pietro, e la rassegna Una notte in Italia dal 16 al 21 luglio a Tavolara (cinematavolara.it). Quattro appuntamenti dedicati agli appassionati del grande schermo e a tutti coloro che vogliano approfittare di quest’occasione tanto per ampliare le proprie conoscenze cinematografiche quanto per esplorare queste bellissime “isole nell’Isola”, la loro natura selvaggia, la loro storia che le rende veri e propri microcosmi culturali.

Il nostro lungo viaggio a caccia di alcuni dei più interessanti festival sardi si conclude qui.
E voi, avete già preparato lo zaino?