Il 5 aprile, presso la sede dell’Agenzia Laore Sardegna in via Baldedda n. 11 a Sassari, ha avuto inizio l’attività informativa sul tema “Principali metodi di coltivazione della Cannabis sativa L.: prodotti ottenibili e loro utilizzo”.

L’iniziativa, ideata per fornire ai coltivatori sardi le conoscenze necessarie per avviare in maniera produttiva una coltivazione di canapa industriale, consentirà di approfondire numerosi aspetti sulla pianta a partire da quelli storici sino ad arrivare a quelli più prettamente agronomici ivi compresa la selezione delle cultivar più idonee al clima sardo. Saranno inoltre affrontati alcuni aspetti specifici sulle tecniche colturali e sulla raccolta meccanica. Particolare importanza verrà data agli aspetti normativi e a quelli specifici della PAC e del PSR per il sostegno e lo sviluppo della filiera.

Il corso svolto in forma gratuita è promosso dalla Agenzia Laore Sardegna ed avrà una durata di circa 50 ore complessive, suddivise tra lezioni teoriche e visite alle aziende di produzione e trasformazione.

Questo primo progetto informativo, che si svolgerà presso la sede dell’Agenzia Laore di Sassari, prevede il coinvolgimento di numerosi esperti del settore che da tempo operano nella filiera della canapa.

L’attività informativa, originariamente programmata per 36 operatori della filiera, è stata ampliata a 50 unità per consentire una maggiore partecipazione degli interessati.

Il modulo informativo si articolerà attraverso incontri periodici che si svolgeranno sino a metà luglio e si avvarrà peraltro delle esperienze di alcuni docenti e ricercatori dell’Università degli studi di Sassari che seguono il settore della canapicoltura.

L’Agenzia Laore, attraverso una specifica manifestazione di interesse, pubblicata in data 16 marzo c.a. sul sito istituzionale www.sardegnaagricoltura.it, ha selezionato 50 operatori del settore tra imprenditori agricoli, soci di associazioni canapicole e professionisti.

L’iniziativa informativa, rivolta prioritariamente agli operatori del settore, si propone di offrire ai coltivatori e ai primi trasformatori quelle conoscenze utili per rendere concretamente produttiva la filiera della Cannabis sativa L. a basso tenore di Thc; nel contempo vuole assicurare una migliore conoscenza della normativa in modo favorire forme di coltivazione in linea con i dettami legislativi vigenti.

Al termine dell’intera attività teorico – pratica è prevista l’organizzazione di una giornata seminariale che, attraverso il dibattito tra coltivatori, trasformatori e professionisti del settore, avrà il compito di favorire iniziative di aggregazione indispensabili per far decollare anche in Sardegna la filiera della Cannabis sativa L. a basso tenore di Thc.

 

Principali metodi di coltivazione della Cannabis sativa L.