Il più grande dei piccoli Festival o il più piccolo dei grandi Festival sta per iniziare.

Per questa edizione, oltre ai libri (una cinquantina), primeggeranno anche gli artisti (pittori, scultori, ceramisti e fotografi) e i collezionisti.

Entro il 30 settembre si può partecipare alla 9ª edizione del Premio Letterario Internazionale San Bartolomeo con una poesia, un racconto breve o un aforisma (in sardo, corso e italiano), avente per tema “POESIA”, regolamento su: http://festivalletterariosanbartolomeo.blog.tiscali.it/

Verranno assegnati anche i premi per l’8ª edizione delMiglior Libro”, per l’11ª edizione di “Serata in Onore di…”, e i premi della lotteria di autofinanziamento.

 

“Dopo sette anni torneremo al Lazzaretto -dice Vincenzo Di Dino, presidente di A.R.K.A. Eventi Culturali e organizzatore del Festival Letterario San Bartolomeo- ma con un programma ancora più ambizioso del solito”.

Il Festival Letterario San Bartolomeo, patrocinato dal Comune di Cagliari, è una kermesse di presentazioni di libri, nato all’ombra della parrocchia e del Borgo omonimo, col tempo ha maturato una fisionomia di un vasto contenitore (per durata, luoghi, diverse sensibilità artistiche, tematiche trattate e discipline coinvolte) proponendosi l’intento di avvicinare il pubblico alla letteratura e alla saggistica, facendolo uscire da casa o allontanandolo da tv, pc, telefonini.

“Reading, escursioni, presentazioni di libri, mostre di collezioni e raccolte, mostre artistiche -fa eco Angelo Pili, presidente di Aloe Felice che del Festival fu l’inventore nel 2005 col numero zero e nel 2006 con la 1ª edizione- quest’anno vorremmo riempire il chiostro di gazebo per degustazioni di vini o prodotti della tradizione gastronomica sarda, chi fosse interessato ci contatti al più presto perché il tempo stringe!”.

Nato all’ombra del Borgo e della Parrocchia ai tempi di padre Antonio Sconamila, il Festival ha vinto la scommessa di tenere alto il nome del santo e del quartiere e anzi è stato esportato in diversi centri dell’Isola nelle precedenti edizioni perché sessioni del Festival si sono svolte anche a Sassari, Quartu, Macomer, Birori, Villanova Monteleone. “Tutte le Amministrazioni interessate a patrocinarci e a ospitare una sessione del Festival, sono invitate a farsi avanti -dice Vincenzo Di Dino- con il contributo di tutti possiamo ospitare anche autori di rilievo. Nelle precedenti edizioni, tra le centinaia di autori non sono mancati i big come Marco Travaglio, Carmen Lasorella, Enrico Vaime, Pino Aprile, Angelo Bonelli, Willer Bordon, solo per citarne alcuni tra i più noti”.

“Una scommessa vinta grazie all’aiuto di tutti, scrittori, case editrici, artisti, autorità, associazioni, media e tutti quelli che hanno dato una mano per fare un pezzetto di strada insieme -afferma Angelo Pili- il nostro-vostro Festival ha contribuito a portare la Cultura con la “c” maiuscola a km zero, ad avvicinare gli autori ai lettori. Abbiamo registrato intorno a noi e al Festival tanto calore, partecipazione, critiche positive, entusiasmo”.

 

Gli interessati a partecipare possono contattare Vincenzo Di Dino al n° tel. 333-3956693 o mandare una email a didino.enzo@gmail.com.