ABBABULA compie 20 anni: un compleanno speciale da festeggiare in una location nuova di zecca, l’Arena Concerti appositamente realizzata in piazzale Segni con ben 13 artisti sul palco nelle 4 giornate di un cartellone che, fra il 10 e il 14 luglio, animeranno in musica l’estate di Sassari

L’evento, organizzato da ormai 4 lustri dalla Cooperativa Le Ragazze Terribili porterà in città le più interessanti espressioni delle nuove tendenze della scena italiana. Ci saranno Willie Peyote e Maldestro, John De Leo, Iosonouncane e Paolo Angeli e Motta. E poi ancora En?gma & Kaizén, il  Gavino Riva trio, Scarda e Arrogalla. il tutto senza mai dimenticare artisti sardi come Riky, Flavio Secchi, Elisabetta Usai e Massimo Carta.

 

Un’edizione speciale del festival ABBABULA aveva però bisogno di una anteprima speciale. E allora ad aprire il festival, domani venerdì 6 luglio a Sassari davanti al Carcere di San Sebastiano, sarà lo spettacolo teatrale organizzato in sinergia con la Compagnia Teatrale Meridiano Zero Per Grazia Non Ricevuta”.

Un progetto ambizioso e visionario – direzione artistica di Leonardo Boscani – che rivolge uno sguardo attento e non convenzionale al mondo delle carceri. Interpreti della piece saranno l’artista sassarese Giovanna Maria Boscani e il cantautore cagliaritano Joe Perrino.

L’Ape PGNR – scultura mobile e installazione itinerante opera di Giovanna Maria Boscani – sarà protagonista di un viaggio nel mondo carcerario accompagnata da Joe Perrino e dalle sue “Canzoni di Malavita”, lungo un work in progress che vuole provare a creare e stabilire un dialogo tra interno ed esterno.

Proprio l’Ape PGNR è cuore e fulcro del progetto dell’Associazione Marco Magnani realizzato in collaborazione con Karel Film production & communication, con il sostegno della Fondazione di Sardegna.

A Giovanna Maria Boscani e Joe Perrino è stato affidato il compito di raccogliere da detenuti ed ex detenuti una personale interpretazione di ex voto: è l’Ape, nel suo viaggiare, a raccogliere queste istanze per poi trasportarle e renderle pubbliche. Gli ex voto realizzati diventano parte integrante dell’Ape che, in alcune tappe del suo tragitto, viene esposta insieme al materiale artistico e fotografico realizzato e quindi “celebrata” con uno spettacolo in bilico tra concerto e performance artistica.

 

Ma per festeggiare i suoi 20 anni ABBABULA ha scelto di farsi e fare un altro grande regalo a chi, negli anni, ha fatto sì che sul palco, sotto il palco e a bordo palco tutto fosse bello e possibile.

Per questo nasce l’Abbabula Lab, un ciclo di incontri dedicati a temi come il diritto d’autore, la filiera musicale e la nuova vita dell’indie italiano, il rapporto tra promoter, agenti e festival e le nuove opportunità del mercato globale. Serie di appuntamenti rivolta a chi fa, produce e distribuisce musica in Sardegna. Gli incontri saranno ospitati negli spazi della sede di Sassari del quotidiano La Nuova Sardegna, a Predda Niedda.