Ritmi e sensibilità dell’antico Mediterraneo e una reinterpretazione personale del vasto patrimonio musicale della Sardegna nelle creazioni dei maestri Andrea Pisu, launeddas, e Vanni Masala, organetto. Insieme sono i “Fantafolk”, una delle forme più interessanti e brillanti della scena musicale sarda con la loro straordinaria padronanza degli strumenti tradizionali sardi, ospiti il 6 luglio a Villasimius in Piazza Gramsci alle 21.30, per la 2° edizione della manifestazione culturale internazionale “Latitudine 39 – Summer Fest”. Ricerca, sperimentazione, ritmi e atmosfere sarde e mediterranee, tra creazioni elettriche e world jazz. Dopo le prime due serata dedicate al Portogallo si riparte dalla tradizione della Sardegna e del Mediterraneo che custodisce il benefico legame con la terra, le radici e la storia. Una performance esaltante e coinvolgente, a cui si aggiunge per ogni brano una sorta di racconto che illustra le origini dei motivi tradizionali e le diverse forme di rielaborazione dei brani, al confine tra le diverse e colorate culture del Sud. Da anni esportano l’eccellenza dell’arte musicale dell’isola nei più prestigiosi festival del mondo. “Latitudine 39 – Summer Fest” è organizzata a Villasimius dal Comune in collaborazione con l’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo, con il sostegno della Fondazione di Sardegna e il patrocinio dell’Instituto Camões Portugal, dell’Università di Padova e del suo Dipartimento di studi linguistici e letterari.

 

Tutti gli appuntamenti della 2° edizione della manifestazione Latitudine 39 – Summer Fest sono aperti a tutti e gratuiti.