Visita istituzionale al Comune di Cagliari del nuovo comandante del Reparto Sperimentale e di Standardizzazione Tiro Aereo di Decimomannu, colonnello Cosimo De Luca. Nelle sale di rappresentanza al secondo piano del Palazzo Civico di via Roma, questa mattina di giovedì 29 ottobre 2020 l’ufficiale è stato accolto dal sindaco Paolo Truzzu.

L’aeroporto di Decimomannu, sede del R.S.S.T.A. comandato dal colonnello De Luca, assicura il supporto tecnico logistico a tutti i reparti di volo dell’Aeronautica Militare, interforze e internazionali. Localizzata a poco meno di 20 chilometri da Cagliari, grazie anche alle favorevoli condizioni del clima sardo, agli ampi spazi aerei, alla presenza di importanti infrastrutture logistiche, la base è annoverata come luogo ideale per l’addestramento aereo. Inoltre, il R.S.S.T.A. offre importanti servizi alla collettività locale quali il servizio meteo di osservazione, il controllo di avvicinamento radar del traffico aereo civile e militare dell’area Centro-Sud Sardegna e la ricerca e il soccorso assicurato dall’80esimo Centro CSAR equipaggiato con elicotteri HH-212.

Nella consueta cordialità e condivisione degli obiettivi che caratterizzano le attività delle rispettive amministrazioni, in ottica anche dell’argomento sicurezza e misure anti Covid-19, l’incontro si è dunque concluso con gli auguri di buon lavoro al comandante De Luca formulati dal sindaco Truzzu a nome di tutta l’Amministrazione comunale.

Anche in vista della prossima realizzazione della nuova Scuola di Volo, che oltre a costituire un polo di eccellenza internazionale per l’addestramento al volo avanzato dei piloti militari, dal secondo semestre 2022, questa la data prevista per la sua operatività, rappresenterà un importante fattore di crescita per l’economia della Regione e per l’indotto locale. Il progetto comprende una forte attenzione all’aspetto ambientale. Le attività previste e le nuove infrastrutture saranno caratterizzate da una marcata ecocompatibilità, con ampio ricorso alla simulazione. E grazie alle caratteristiche innovative dei velivoli utilizzati, come l’M-346, le attività di volo reali saranno limitate al 5 per cento del totale, senza l’impiego di alcun tipo armamento.