Domani, giovedì 30 maggio, alle ore 18, nell’Hostel Marina di Cagliari si terrà la prima tappa del ciclo di incontri di Sardinprogress: Conoscenza, dialogo e confronto fra culture, il progetto di promozione della conoscenza delle culture presenti in Sardegna organizzato da La Rete sarda della Cooperazione internazionale in collaborazione con l’ Associazione TDM 2000 e Amici di Sardegna ONLUS. L’evento sarà dedicato alla conoscenza del Kenya e delle sue culture. L’incontro sarà animato dal volontario Keniota Martin Mwenda Murithi e comprenderà testimonianze di cooperanti ed europei residenti nel Paese.

“Sardinprogress: Conoscenza, dialogo e confronto fra antiche, attuali e diverse culture” è un progetto di promozione del dialogo interculturale ideato e realizzato dalla Rete Sarda della Cooperazione internazionale e realizzato con il contributo della Fondazione di Sardegna. Il progetto consiste in un ciclo incontri sul territorio dell’isola dedicati alla scoperta delle culture straniere presenti nella nostra Regione. Gli incontri, realizzati con la collaborazione dei migranti residenti in Sardegna, saranno gratuiti e aperti alla comunità locale. Una particolare attenzione sarà riservata all’artigianato e alle tradizioni locali, autentici linguaggi universali che favoriscono la comprensione tra popoli e culture.

La Rete Sarda della Cooperazione Internazionale, nasce ufficialmente il 18 aprile 2014, dall’omonimo percorso progettuale, iniziato nel 2011 e concluso ad aprile del 2014, finanziato dalla Fondazione Con il Sud. I fondatori della Rete sono 5 Associazioni, che hanno fatto del progetto: Associazione Amici Senza Confini (A.Se.Con. onlus/ong), Associazione Amicizia Sardegna Palestina, Associazione Amici di Sardegna, Associazione Culturale Alfabeto del Mondo (ACAM), Unione Italiana Immigrati. A questi si aggiungono come soci l’Associazione Sunugaal, come partner l’ANCI Sardegna, Coopi ong, Istituto “S.Pertini” di Cagliari e l’Associazione TDM 2000 di Cagliari.