“La Grammatica dell’integrazione” è il titolo del seminario promosso dal Cpia (Centro provinciale istruzione degli adulti) di Cagliari che sarà ospitato, lunedì 28 gennaio dalle 9 alle 12,30, presso lo Spazio Eventi al primo piano della MEM – Mediateca del Mediterraneo di via Mameli 164.

L’incontro si svilupperà sui temi portanti dell’accoglienza e delle iscrizioni degli alunni stranieri nel quadro delle nuove leggi.

Obbiettivo del seminario, nato nell’ambito di un progetto di inclusione scolastica coordinato da Daniela Tripodero, è fare il punto sulle buona pratiche e le nuove leggi che regolano le iscrizioni di adulti e minori stranieri negli istituti scolastici. Negli ultimi anni, l’aumento progressivo del numero di alunni migranti ha rappresentato un dato di grande rilevanza che ha interpellato la scuola sulla sua capacità di accoglienza e integrazione. E la scuola ha subito risposto positivamente alla sfida valorizzando l’incontro con altre culture e modelli di vita, per consentire ai nuovi arrivati una reale esperienza di apprendimento e di inclusione sociale.

Il nuovo DL 113/2018 ha introdotto delle novità sostanziali che hanno sollevato numerosi dubbi su quali categorie di migranti potranno continuare a frequentare le aule e sulle ricadute che si avranno sui numeri di iscritti e dunque di corsi che gli istituiti potranno garantire.

Il seminario del 28 gennaio si propone di rispondere a tutte le domande sollevate dalla nuova normativa, grazie agli interventi dei relatori. Al microfono si alterneranno il presidente del tribunale di Minori Guido Pala, la delegata del presidente della regione per l’accoglienza dei flussi migratori Angela Quaquero, l’avvocata dell’associazione studi giuridici dell’immigrazione di Milano Giulia Vicini. A moderare l’appuntamento ci sarà il dirigente del Cpia Giuseppe Ennas e la docente del Cpia Maddalena Brunetti. L’incontro si chiuderà con le domande degli insegnanti e delle associazioni da sempre in prima linea nel delicato e importante lavoro di accoglienza e inclusione.