Questa mattina di venerdì 22 maggio 2020, l’assessore alle Attività produttive, Turismo e Sviluppo del territorio, Alessandro Sorgia, ha partecipato al primo Forum delle Città Costiere del Mediterraneo, confrontandosi in videoconferenza con rappresentanti istituzionali di Comuni d’oltre confine e che stanno riaprendo le spiagge dando il via alla “Fase 2” delle misure contro la pandemia da Coronavirus.

La conferenza telematica è stata indetta dal Comune israeliano di Ashdod, che con i suoi 11 km di spiaggia sta affrontando problematiche simili a quelle poste dalla riapertura del Poetto. Al dibattito hanno partecipato anche sindaci e assessori di Cipro, Grecia, Francia e Spagna.

Convergenza particolare è emersa fra Cagliari e Ashdod. “Aree metropolitane simili per popolazione – ha riferito Sorgia – entrambi i centri sono infatti ricompresi in ambiti territoriali che possono considerarsi virus free. Pertanto, pronti per il rilancio del turismo balneare, a precise condizioni di prevenzione e sicurezza”.

“Le misure che l’Amministrazione di Cagliari sta predisponendo di concerto con le linee guida regionali – ha spiegato l’Esponente dell’Esecutivo Truzzu – hanno destato interesse tra i partecipanti alla videoconferenza. In futuro il Forum allargherà il campo di interesse anche ad altri temi economici e culturali, quali, per esempio: sviluppo delle attività portuali e nuove tecnologie”.

L’assessore Sorgia ha infine manifestato la “disponibilità ad affrontare la possibilità di un gemellaggio fra Cagliari e Ashdod” e l’importanza di valorizzare il network delle Città Costiere del Mediterraneo per la realizzazione di percorsi specifici per lo sviluppo turistico del territorio.