Dopo il successo dell’anno scorso con “Quando sarai grande”, Matteo Porru adatta e porta in scena “Madre ombra”, il suo terzo romanzo. La produzione è di ASBI Sardegna ONLUS e della Società Umanitaria Cineteca Sarda, in collaborazione con La Zattera Edizioni. Una platea di non vedenti e di vedenti bendati, per vivere davvero una storia unica: un’esperienza multisensoriale che unisce immaginazione e realtà, entrando dentro e oltre le pagine di un libro.

Lo spettacolo, meticolosamente trasposto dal libro, è scritto, diretto e interpretato dallo stesso autore e vede in scena anche Margherita Orgiana, Stefano Marcato e la giovane Martina Porru.

L’appuntamento è per il 2 settembre, in due turni, delle 18 e delle 19, alla Cineteca Sarda di Cagliari.

“Madre ombra” (Edizioni La Zattera, 2019) è la terza opera del giovanissimo Matteo Porru, finalista al Premio Campiello Giovani 2019, accolta dalla critica sarda con uno straordinario plauso.

L’ingresso è gratuito previa prenotazione a questo link.