Una lista di professionisti fornita dai Collegi provinciali ai quali conferire gli incarichi per regolarizzare la situazione degli immobili comunali non ancora accatastati e uno sconto del 20% sul tariffario. Sono questi i punti salienti della convenzione siglata tra Anci (Associazione nazionale dei Comuni Italiani), Fondazione patrimonio comune, Cngegl (Consiglio nazionale geometri e geometri laureati) e Cipag (Cassa italiana di previdenza dei geometri liberi professionisti).

È ricaduta su Cagliari, la scelta dei geometri sardi che per tutta la mattinata di oggi, mercoledì 15 gennaio 2020, si sono raccolti in convegno nella Sala del Consiglio del Municipio di via Roma 145.

A fare gli onori di casa il sindaco Paolo Truzzu che ha plaudito all’iniziativa. “Potrà contribuire a raggiungere importanti risultati”, ha rimarcato il Primo cittadino riferendosi anche alle pratiche di condono edilizio che devono essere sbrigate negli uffici di via Sauro.

Non solo. “Stipulando una convenzione con il Collegio dei Geometri di Cagliari – ha aggiunto il sindaco Truzzu – si potrebbero censire gli edifici del Comune per meglio definirne le potenzialità, sotto il profilo dell’utilità pubblica, del decoro e dei servizi ai cittadini”. Dello stesso avviso anche il consigliere Antonello Floris e Giorgio Angius, nella doppia veste di vicesindaco e assessore della Pianificazione strategica e dello Sviluppo urbanistico.

Oltre ai vertici della Cipag, del Cngegl e dei Collegi dei Geometri di Oristano, Nuoro e Sassari, l’incontro di Palazzo Bacaredda, promosso dal Collegio di Cagliari, ha registrato anche la partecipazione dei rappresentanti provenienti da numerosi Comuni della Sardegna. Piena la soddisfazione del presidente Franco Cotza.