Visita oggi, di Francesco Samengo, presidente di UNICEF Italia, e della delegazione di cittadina al Municipio di Cagliari. Ricevuto dal sindaco Paolo Truzzu, l’Incontro si incentrato sull’impegno reciproco per “attivare iniziative a favore dei bambini” e che ha scelto il colore azzurro, di cui si tingerà Palazzo Bacaredda a novembre in occasione del trentesimo anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, come segno di questa nuova alleanza.

“Il prossimo passo – ha annunciato il Primo cittadino – sarà quello di avviare tutti i protocolli necessari perché Cagliari entri nel circuito delle Città amiche dei bambini e delle bambine”.

L’iniziativa trae origine dal riconoscimento di alcuni importanti fenomeni in atto: la rapida trasformazione e urbanizzazione delle società globali, le crescenti responsabilità dei governi locali nei confronti delle loro popolazioni nel processo di decentramento e, di conseguenza, l’importanza crescente delle città all’interno dei sistemi politici ed economici nazionali. Insomma si tratta di una strategia per promuovere la migliore qualità di vita per tutti i cittadini, attraverso il riconoscimento dei diritti delle fasce più giovani della società.