Si svolgerà a Cagliari il primo Concorso enologico internazionale “Vermentino”. Lunedì 17 febbraio, per tutta la mattinata, l’apprezzato bianco che sa di mare e che in Sardegna ha trovato il suo habitat ideale, sarà protagonista di una gara fra produttori provenienti da tutto il mondo, con oltre 200 etichette. E martedì 18, dalle 20:30, gran galà con degustazione libera di tutti i vini in gara a Sa Manifattura di via Regina Margherita.

Patrocinato dal Comune, per l’assessore Alessandro Sorgia “Vermentino è un’occasione utile per aumentare il prestigio internazionale e le vendite del vino”. Ma anche di “sviluppo per il settore turistico-ricettivo per Cagliari e l’Isola – ha rimarcato l’esponente della Giunta Truzzu, titolare delle Attività produttive e Turismo – grazie a prodotti come il vermentino, rappresentativi di tutto il territorio e capaci di coniugare passato e futuro”.

Dello stesso avviso anche Ferdinando Secchi, che in rappresentanza dell’Assessorato dell’Agricoltura della Regione Sardegna, dati alla mano ha spiegato l’importanza della produzione sarda di vermentino a livello nazionale e internazionale. “L’assegnazione dei premi alle etichette in Concorso – ha poi annunciato – è prevista in occasione di una cerimonia organizzata durante le giornate del Vinitaly 2020”, in programma a Verona dal 19 al 22 aprile.

L’appuntamento per tutte le cantine in competizione è dunque lunedì prossimo al T-Hotel, hanno ricordato gli organizzatori dell’APS Promo Eventi, Mario Bonamici e Andrea Campurra, alla conferenza stampa di ieri al Municipio di Cagliari, al civico 145 della via Roma. “Il Concorso Enologico Internazionale di Cagliari – hanno detto – è l’unico ufficialmente autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole e del Turismo della Repubblica italiana”. La giuria composta da enologi ed enotecnici, giornalisti ed esperti del settore, assegnerà medaglie d’oro, argento e bronzo ai vini DOP o IGP o IG, sulla base dei parametri utilizzarti a livello internazionale e grazie anche alla sensibilità più equilibrata che sarà garantita dai nuovi calici dal fondo piatto, realizzati a mano appositamente per questo concorso. E la sera di martedì 18, “gran galà con degustazione libera di tutti i vini in gara a Sa Manifattura di via Regina Margherita”

Presenti al lancio dell’evento a Palazzo Bacaredda, anche il presidente del Concorso Vermentino Pierpaolo Lorieri, il responsabile della comunicazione della Coldiretti Sardegna, Michele Arbau, e il presidente dell’Assoenologi sezione Sardegna, Mariano Murru che ha sottolineato le grandi capacità del comparto vitivinicolo della Sardegna, “il maggior produttore di Vermentino a livello italiano” che con i suoi 4.500 ettari e il riconoscimento della DOCG ”sta dando i vitigni minori a essere maggiormente conosciuti ed apprezzati”.