C’è tempo sino a domenica 15 novembre 2020 per richiedere il “Bonus matrimonio”, istituito con Legge Regionale 22/2020. Si tratta di un sostegno economico finalizzato a incentivare i matrimoni e le unioni civili celebrati in Sardegna, tramite un contributo erogato sino alla concorrenza di 4mila euro per cerimonia.

Sono rimborsabili i seguenti servizi, resi da operatori aventi sede nel territorio regionale: catering, acquisto fiori, acquisto abbigliamento, wedding planner, affitto sala, diritti di agenzia di viaggi, affitto vettura per il giorno delle nozze, servizio fotografico, servizio di animazione ed intrattenimento anche musicale, servizi di parrucchiera ed estetista.

Possono presentare la domanda le coppie residenti in Sardegna alla data di approvazione della legge regionale n. 22 del 23 luglio 2020, che abbiano celebrato il matrimonio o l’unione civile tra il 23 luglio 2020 e il 31 dicembre 2020.

Le coppie accedono al contributo, fino al termine dei fondi disponibili, sulla base dell’Isee, che deve essere la somma dell’Isee dei futuri coniugi. Dopo la pubblicazione della graduatoria saranno erogati i contributi agli aventi diritto, sull’Iban indicato nel modulo di domanda, previa presentazione delle pezze giustificative delle spese sostenute, per un massimo di 4mila euro. Le pezze giustificative dovranno essere presentate esclusivamente a seguito della pubblicazione della graduatoria degli ammessi al beneficio secondo le modalità che saranno indicate successivamente.

Comune di Cagliari. Gli interessati devono presentare domanda tramite pec, all’indirizzo di posta elettronica certificata protocollogenerale@comune.cagliari.legalmail.it . In alternativa, con raccomandata A/R indirizzata a: Servizio Politiche sociali, c/o Ufficio Protocollo generale del Comune di Cagliari, via Crispi 2, 09124 Cagliari.
Informazioni possono essere richieste tramite email all’indirizzo pluscagliari@comune.cagliari.it. L’ambito Plus della Città di Cagliari è gestore della misura per tutti i Comuni ricompresi nel territorio della ex Provincia di Cagliari. L’avviso e la modulistica per fare domanda sono consultabili e scaricabili attraverso la sezione “Documenti e dati / Bandi / Bandi per contributi” del portale istituzionale (link).

Comune di Oristano. La domanda deve essere presentata esclusivamente al Comune di Oristano in qualità di ente gestore dell’Ambito Plus corrispondente al Comune capoluogo della provincia di Oristano su cui insiste il Comune dove ha avuto o avrà luogo il matrimonio o l’unione civile. Gli interessati possono presentare domanda esclusivamente tramite mail, all’indirizzo protocollo@comune.oristano.it. Farà fede la data e l’ora di registrazione sul protocollo informatico dell’Ente gestore del Plus di Oristano. L’avviso integrale e la modulistica sono disponibili nella “Avvisi e scadenze” del sito istituzionale (link).

Comune di Sassari. Al Comune è stato assegnato un finanziamento di 196.920,84 euro. Sassari, in qualità di Ente capofila dell’Ambito Plus, si occuperà dell’intera Provincia e gestirà tutto l’iter procedurale, fino l’assegnazione del contributo. Le domande, corredate dal documento d’identità, potranno essere presentate a partire dal 16 ottobre e fino al 15 novembre esclusivamente tramite il portale online (link). Non saranno prese in considerazione le domande presentate prima del 16 ottobre o con modalità differenti. In caso di più domande presentate dallo stesso beneficiario, è presa in considerazione l’ultima. Ulteriori informazioni e chiarimenti possono essere richiesti all’indirizzo marco.sias@comune.sassari.it.