Traguardo importante per Forma e Poesia nel Jazz: dal 28 settembre al primo ottobre, il festival organizzato a Cagliari dall’omonima cooperativa, con la direzione artistica di Nicola Spiga, arriva infatti alla sua ventesima edizione. Un’occasione da celebrare negli spazi ritrovati dell’ex Manifattura Tabacchi con un denso cartellone all’insegna del jazz italiano di qualità, prerogativa di questa manifestazione che nel corso degli anni ha ospitato molti tra i principali esponenti della scena nostrana della musica d’improvvisazione, come Paolo Fresu, Enrico Rava, Franco D’Andrea, Stefano Bollani, Antonello Salis, Rita Marcotulli, Maria Pia De Vito, tra gli altri. O come Danilo Rea, Fabrizio Bosso, Francesco Bearzatti e Roberto Gatto, già applauditi in passate edizioni della rassegna e ora tra i protagonisti della prossima insieme al progetto Three One di Max Ionata, Dario Deidda e Lorenzo Tucci, Manuel Magrini, l’Extreme Quintet e l’immancabile rappresentanza di jazzisti sardi: Gavino Murgia alla testa del Blast Quartet, il trio formato da Carlo Ditta e i fratelli Luca e Sebastian Mannutza, la Civica Big Band diretta da Paolo Carrus, Roberto Bernardini in duo con il clarinettista perugino Gabriele Mirabassi, il gruppo Pork Explosion con il trombettista torinese Flavio Boltro.

 

Fabrizio Bosso Quartet [Foto Andrea Boccalini]


Tanta musica ma non solo: il programma comprende infatti anche un laboratorio sui suoni della natura riservato ai bambini, una serie di quattro incontri sul jazz con il musicista e musicologo Enrico Merlin, un’esposizione di immagini scattate dalla fotografa cagliaritana Daniela Zedda e una mostra con masterclass e conferenza-spettacolo a cura di Attilio Berni su uno degli strumenti simbolo del jazz: il sassofono. Spazio anche per il piacere del palato, con un corner dedicato al food e al beverage di qualità; e, ancora, escursioni guidate alla scoperta dei luoghi e delle bellezze meno conosciute di Cagliari e dei suoi immediati dintorni, perché l’appuntamento di fine settembre nel capoluogo sardo è anche un’opportunità per generare ricadute turistiche, che una serie di pacchetti di viaggio e ospitalità ideati per l’occasione potranno incentivare.
 
È insomma un’edizione speciale di Forma e Poesia nel Jazz quella che si presenta al varo con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato allo Spettacolo e Attività Culturali e Assessorato al Turismo), della Fondazione di Sardegna e del Comune di Cagliari, con la collaborazione di Coldiretti Cagliari, Campagna Amica Cagliari, Una notte da Chef, Ricette di Sardegna, Sardinia and Food, Tourist Smile, Alla Scoperta di…, Tirrenia, Moby, Jazz Chinchilla, Vector Sound, Dabo, Associazione Spazio per Tempo, Associazione Kromatica, Centro Studi Musicali Torre in Pietra con il patrocinio dell’Ambasciata del Belgio in Italia. Media partner: Unica Radio e Radio X.
 
Il biglietto giornaliero per seguire i concerti costa 18 euro, l’abbonamento 48. Prevendita al Box Office in viale Regina Margherita, 43 (tel. 070 65 74 28).

 

Per tutti i dettagli consultare il sito web