Basta varcare l’ingresso di via Cadello o l’altro di via Liguria, per trovarsi davanti a giochi per bambini e attrezzi ginnici, un laghetto popolato di tartarughe oche e anatre, percorsi per passeggiate e jogging. Immersi nella natura, in pieno centro città. Al Parco di Monteclaro, uno dei parchi pubblici di Cagliari, sabato 12 e domenica 13 ottobre, si svolge la quarta edizione a carattere biennale di “Orti, Arti e Giardini”. I temi, affinità elettiva, quelli del buon cibo, del verde e della biodiversità.

Dalle 9 del mattino al tramonto, con ingresso gratuito, OAG vedrà la partecipazione di tantissimi espositori di prodotti alimentari e artigianali. E poi di vivaisti provenienti da tutta Italia, food truck, associazioni (oltre 100 gli espositori), ed esperti, per una due giorni di mostre, eventi musicali, sport, laboratori del gusto e forum.

Nata nel 2013 dalla collaborazione tra il Comune di Cagliari e Slow Food Cagliari, con la attuale condivisione da parte della Città Metropolitana e la partecipazione del Coni, la quarta edizione di OAG ha inoltre l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica verso modelli produttivi e di consumo sostenibili.

“Quella dei cambiamenti climatici è l’emergenza del terzo millennio. Porre in essere politiche di contrasto è una sfida che parte innanzi tutto dagli enti locali”, ha commentato Paolo Truzzu nella doppia veste di sindaco di Cagliari e Metropolitano.

“Noi per primi, abbiamo il dovere di diffondere una nuova sensibilità che possa contribuire a cambiare i modi di produrre e consumare, attraverso l’educazione delle nuove generazioni, le buone pratiche come gli acquisti pubblici ecologici e le mense verdi. Affinché tutti, aziende e cittadini, possano fare la propria parte”, ha aggiunto Truzzu a margine della conferenza stampa ospitata ieri mattina nella Sala polifunzionale del Parco di Monte Claro, a cui non ha potuto presenziare per impegni istituzionali.

A fare gli onori di casa, Stefano Mameli. “Questa manifestazione ha una valenza rilevante per tutto il territorio”, ha spiegato il neo direttore generale della Città Metropolitana, mettendo l’accento sulle “numerose eccellenze produttive locali” e sulla “nuova consapevolezza” rispetto al tema della sostenibilità ambientale.

Dello stesso avviso anche Raimondo Mandis di Slow Food che illustrando nel dettaglio i ricco programma degli appuntamenti, ha ricordato che sabato 13 ottobre, all’OAG si festeggerà anche la Giornata Nazionale delle persone con la sindrome di down.