Domani, sabato 9 giugno, dalle 10 alle 11, la Giunta Comunale, il Presidente del Consiglio Guido Portoghese e i consiglieri comunali Benedetta Iannelli, Rita Polo e altri colleghi, accoglieranno nella sala consiliare del Palazzo Civico di via Roma, Lisa Clark, che ha ritirato il Premio Nobel per la pace nel 2017, assegnato alla ICAN – International Campaign to Abolish Nuclear Weapons. Parteciperanno all’incontro anche Daniele Santi, Presidente di SenzAtomica e una delegazione del Comitato Organizzatore “Peace Boat”.

Il Nobel per la pace è stato assegnato “per aver attirato l’attenzione sulle catastrofiche conseguenze umanitarie di qualsiasi uso delle armi nucleari e per i suoi sforzi innovativi per il divieto di tali armi”. Tale riconoscimento premia un’associazione nata appena 10 anni prima, ma che oggi è formata da circa 500 gruppi ed associazioni e che ha saputo in poco tempo rilanciare l’attenzione dell’ONU e del mondo intero sul pericolo nucleare.

Sarà l’occasione per raccontare alcune testimonianze degli Hibakusha, gli ultimi sopravvissuti alle bombe atomiche sganciate nell’agosto del 1945 su Hiroshima e Nagasaki e, in particolare, promuovere le campagne contro le armi nucleari:

  1. Senzatomica. Trasformare lo spirito umano per un mondo libero dalle armi nucleari, che ha lo scopo di informare, sensibilizzare e dare voce alle persone rispetto all’urgenza di un mondo libero da armi nucleari. La campagna è promossa dall’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai in collaborazione con PNND – Organizzazione dei Parlamentari per il Disarmo Nucleare, IPPNW – International Physicians for the Prevention of Nuclear War (premio Nobel per la Pace 1985), Istituto di Ricerca Internazionale Archivio Disarmo, World Summit of Nobel Peace Laureates, Pugwash Conferences on Science and World Affairs (premio Nobel per la Pace 1995), USPID – Unione Scienziati Per Il Disarmo, Comunità di Sant’Egidio, Mayors for Peace e Rete Italiana per il Disarmo. Senzatomica è fin dalla sua fondazione partner di ICAN. International Campaign to Abolish Nuclear Weapons (premio Nobel per la Pace 2017).
  2. Italia Ripensaci”, promossa dalla Rete Italiana per il Disarmo e da Senzatomica, al fine di invitare anche l’Italia a percorrere la strada del disarmo verso il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari, trattato già firmato da 58 Stati alle Nazioni Unite.

La maggioranza del Consiglio Comunale ha depositato un ordine del giorno legato al tema della sensibilizzazione sul tema delle armi nucleari, proprio con lo scopo di manifestare l’attenzione verso il tema, in prosecuzione con l’adesione del Comune di Cagliari alla campagna Mayors for Peace nel 2014.