In considerazione delle misure dettate per il contrasto e il contenimento del virus COVID-19, si richiama l’attenzione dei responsabili delle società sulle prescrizioni dettate dal D.P.C.M. 4 marzo 2020 e dalle federazioni sportive nazionali.

L’articolo 1 lettera C del D.P.C.M. 4 marzo 2020, detta precisamente: “Sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi [omissis] lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi parteciperanno. omissis”. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lett. d) nel quale si prevede: mantenimento nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro”.

Le suddette prescrizioni vengono dettagliate a livello pratico dalla Circolare CONI Sardegna 5 marzo 2020, nella quale si richiamano i comportamenti da assumere nelle attività sportive di base ed agonistiche. In sintesi vengono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della specifica raccomandazione: “mantenimento, nei contatti sociali di una distanza interpersonale di almeno un metro”. Questa indicazione è da intendersi in tutti gli ambienti, ivi compresi spogliatoi e zone attive o ricreative (riferimento D.P.C.M. 4 marzo 2020).

Per quanto sopra rilevato, si chiede alle Associazioni in indirizzo, di provvedere, entro e non oltre le ore 16 di martedì 10 marzo 2020, a inviare le seguenti attestazioni : 1) attestazione, a firma dei rappresentante legale, che dichiari l’osservanza delle disposizioni dettate dal D.P.C.M. 4 marzo 2020; 2) attestazione , a firma del proprio personale medico che dichiari esplicitamente l’effettuazione dei: “controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi parteciperanno”.

Questo il testo della comunicazione inviata dall’Ufficio Sport a firma della dirigente, Manuela Atzeni, alle società sportive frequentanti gli impianti comunali e le palestre scolastiche.