Grazie al professionale intervento di tutoraggio e convincimento da parte delle assistenti sociali del Comune, ha trovato una nuova sistemazione il clochard che da cinque anni viveva nella via Dante. Un uomo di cinquant’anni che, in compagnia del suo cane e con i suoi pochi indumenti, passava le sue giornate in condizioni precarie, e che ha manifestato una grande felicità per la nuova sistemazione in una stanza in città. Ciò gli consentirà una vita decorosa e maggiori condizione di sicurezza.

Nello scorso mese di agosto il servizio sociale del Comune di Cagliari è intervenuto con tempestività – afferma l’assessora alle Politiche sociali Viviana Lantini – trovando una sistemazione dignitosa a Roberto e al suo fedele cane Brent, a distanza di poco più di un mese è riuscito, con lo stesso impegno ed esperienza a ripetere un analogo intervento per l’altro cittadino che, come Roberto, dormiva nell’ingresso di un negozio nella Via Dante”. 

Due persone che nella loro esistenza non hanno avuto risposte adeguate ai complessi percorsi di vita che li hanno condotti all’emarginazione – prosegue l’assessora – e li hanno costretti a rimanere in “piedi”, al limite della dignità umana sui marciapiedi. La lotta al disagio e all’esclusione sociale dei soggetti più a rischio sono al centro di una serie di interventi posti in essere dall’Assessorato delle politiche sociali, del benessere e della famiglia del Comune di Cagliari, con l’obiettivo di favorire l’integrazione e il reinserimento sociale delle persone più sfortunate”.

Dopo il trasferimento del clochard, gli operai del Servizio Igiene del suolo hanno provveduto a ripulire con una pulizia straordinaria e a sanificare l’area dove l’uomo stazionava.

Soddisfazione espressa anche dall’assessore all’Igiene del suolo Alessandro Guarracino per la nuova sistemazione e per il tempestivo intervento delle squadre del Servizio per ripulire gli spazi e ripristinare dal degrado che da anni caratterizzava quel tratto di strada.