Artisti sardi a raccolta per contribuire con le proprie opere alla lotta contro il Covid 19. L’iniziativa, chiamata Goccia dopo goccia, è del Museo Casa Manno di Alghero e della Fondazione di ricerca Giuseppe Siotto che hanno invitato fotografi, pittori, e non solo, a mettere in vendita una o più delle loro creazioni a un prezzo simbolico. Il ricavato sarà interamente donato alla Protezione civile per portare avanti le sue attività in questo momento di grave emergenza socio-sanitaria.

Quel pubblico che da tempo segue con interesse le attività del Museo è ora chiamato a essere parte attiva e coinvolgente di un’operazione la cui buona riuscita è affidata alla suscettibile attenzione di ognuno di noi- dice la curatrice dell’iniziativa Mariolina Cosseddu. Così, in un momento sospeso e immobile, una realtà inconoscibile e indecifrabile, l’arte, con il contributo di tutti, torna a giocare una partita vincente”.

Giorgio Urgeghe

Sinora sono una trentina gli artisti che hanno aderito all’iniziativa: Danilo Sini, Giorgio Urgeghe, Pietro Giovanni Deliperi, Josephine Sassu, Vincenzo Moscariello, Giulia Sale, Alessio Onnis, Bruno Petretto, Giulia Sini, Michele Marroccu, Gianni Nieddu, Vincenzo Fara, Gabriella Corso, Annalisa Masala, Massimiliano Caria, Salvatore Esposito, Ruben Moreddu, Antonio Bardino, Liliana Cano, Roberta Filippelli, Marco Ippolito, Roberto Puzzu, Emma Lazzaroli, Angelino Fiori, Igino Panzino, Monica Solinas, Nilla Idili, Max Mazzoli, Paolo Carta, Giovanna Secchi, Paola Dessy e Valentina Piredda-Sardinia, Stefano Grassi e Wanda Nazzari.

Le opere, visionabili sul sito casamanno.it e sulla pagina Facebook Casa Manno, possono essere prenotate tramite mail all’indirizzo infomuseocasamanno@gmail.com o acquistate direttamente tramite bonifico usando le seguenti coordinate bancarie della Regione Sardegna: Tesoreria del Banco di Sardegna, Causale emergenza Coronavirus- Donazione alla Protezione civile, IBAN: IT72L0101504999000070673111.

Le donazioni possono essere effettuate anche direttamente alla Protezione civile: Banca Intesa San Paolo Spa- Roma, intestato a Pres. Cons. Min. dip. Prot. Civ. IBAN: IT84Z0306905020100000066387 BIC: BCITITMM.

Gli artisti che volessero unirsi all’iniziativa possono invece scrivere a: infomuseocasamanno@gmail.com (e in copia conoscenza a mariolacosseddu@gmail.com) specificando titolo, anno di esecuzione, tecnica utilizzata, dimensioni e prezzo dei lavori.


Le opere acquistate potranno essere ritirate a Casa Manno al termine dell’emergenza.

Giulia Sini, Senza titolo, pastello e penna su carta

Museo Casa Manno. Frutto dell’impegno congiunto tra il Comune di Alghero e la Fondazione Giuseppe Siotto di Cagliari, nasce con lo scopo di onorare uno dei più illustri figli della città catalana. Il primo passo verso la realizzazione di un centro museale e di ricerca dedicato allo storico e politico algherese si concretizzava nel 2004, quando l’amministrazione comunale acquisiva l’area in cui sino a qualche decennio prima, sebbene in stato di rudere, sorgeva la casa dove Giuseppe Manno aveva visto la luce il 17 marzo 1789 e il palazzetto adiacente, anch’esso ormai disabitato: due costruzioni risalenti alla metà del Cinquecento o poco oltre, già in parte pesantemente rovinate dai bombardamenti alleati del 17 maggio 1943.

Grazie alle acquisizioni della Fondazione Siotto, Casa Manno dispone di un patrimonio espositivo di notevole valore: dipinti, incisioni, sculture, intagli, carteggi, libri, manoscritti e costumi offrono una testimonianza originale e di rilievo della vita di Giuseppe Manno. I supporti multimediali contribuiscono all’approfondimento del periodo storico in cui egli visse ed operò, fornendo lo spaccato di un’epoca ricca di trasformazioni e centrale nel processo di formazione nazionale della storia italiana.