Ad Alghero i positivi al COVID-19 sono 16 e 7 persone sono in quarantena obbligatoria. Si è verificato un caso di positività nella Casa di Riposo Villa Sant’Agnese di Fertilia. Si tratta di una signora ospite della struttura privata, della cui situazione è stato riferito ieri. “Sappiamo quanto siano alte le percentuali di criticità nelle strutture per anziani – ha detto oggi il Sindaco Mario Conoci – e per questo motivo abbiamo dotato prioritariamente tutte le quattro case di riposo di Alghero dei dispositivi di protezione individuale per ospiti e dipendenti. Per quanto riguarda il Centro Anziani comunale, abbiamo fin dall’inizio rafforzato le misure, ma nonostante la “blindatura” siamo consci che il pericolo è sempre dietro l’angolo. Sono in via di esecuzione, nel frattempo, i tamponi che abbiamo chiesto per tutte le strutture, unitamente ad un controllo serrato sulla situazione da parte dell’Autorità sanitaria”.

Si prosegue intanto con l’approntamento del reparto di terapia intensiva dell’Ospedale di Alghero. Ieri il Sindaco Mario Conoci ha effettuato un sopralluogo insieme al Presidente del Consiglio Regionale Michele Pais. Allestita la sala accettazione, installati monitor multiparametrici, ripristinati i ventilatori di proprietà Ats, in attesa della nuova fornitura che si prevede entro il mese. Arrivati inoltre altri macchinari e dotazioni indispensabili all’attività. Ieri si è svolto un primo collaudo da parte del servizio di Ingegneria Clinica. “L’impegno è massimo e costante, si segue e si sostiene passo dopo passo ogni attività, comprese quelle della procedura di mobilità del personale necessario per l’apertura del reparto. C’è stato un grande e rapido lavoro per dotare il reparto dei requisiti strutturali e tecnologici necessari, dedicando una attenzione e una sollecitudine mai vista negli anni scorsi”, spiega il Sindaco. Un forte ringraziamento va anche al personale che in questi giorni ha contributo in modo determinante all’allestimento del reparto. Intanto arrivano altre buone notizie dal reparto di Ostetricia e Ginecologia diretto dal dott. Franco Careddu. È ripresa la piena operatività e sono attesi – “questa è davvero una bellissima notizia” – i nuovi nati ad Alghero.

Prosegue anche la campagna di prevenzione della Polizia Locale, che nel fine settimana delle festività di Pasqua ha intensificato la presenza nel territorio. Sono 1.653 finora i controlli effettuati. Lavoro importante anche da parte delle forze dell’ordine, con una presenza accentuata di Guardia di Finanza, Carabinieri e Polizia che hanno svolto una mole consistente di attività di prevenzione soprattutto nella giornata di Pasquetta.

“Al netto della volontà di creare polemiche di questi giorni, continua la distribuzione delle mascherine in tutta la città. La distribuzione si sta effettuando compatibilmente con le esigue scorte in possesso dell’Amministrazione e con le modalità di consegna presso i supermercati, le farmacie, gli uffici postali. Grazie ai volontari che quotidianamente stanno operando in città e nelle borgate, si stanno consegnando i dispositivi a chi ne è sprovvisto”. Stante la carenza di dispositivi dovuta alla difficoltà di reperimento sul mercato, l’Amministrazione è riuscita ad effettuare un ordinativo di 20.000 pezzi. Scartata la modalità di consegna casa per casa per indisponibilità evidente dei quantitativi, le mascherine verranno distribuite con continuità cercando di fornire a chi ne è sprovvisto almeno un dispositivo. Resta comunque attivo il numero per le emergenze (0799978117) al quale è possibile rivolgersi anche per questo motivo.

Indennità di Sostegno alle famiglie per fronteggiare l’emergenza economica e sociale. Al lavoro gli uffici per l’espletamento della procedura che sarà completata entro domani per mettere a disposizione 1,5 milioni di euro. Somme immediatamente disponibili, si accederà tramite avviso pubblico che sarà pubblicato sulla pagina web del Comune di Alghero.