Dopo 11 giornate di incontri, proiezioni, musica e notti in spiaggia sotto le stelle, si chiude il grande viaggio di Cinema delle terre del mare. Il festival itinerante per cinefili in movimento trova un approdo sicuro, al termine di una navigazione che ha portato il pubblico a scoprire gli angoli più suggestivi della costa algherese. 

Ultimo appuntamento, domani venerdì 9 agosto, per la manifestazione realizzata dalla Società Umanitaria di Alghero in collaborazione con l’assessorato regionale alla Cultura, il Comune di Alghero e la Fondazione Alghero, e con il sostegno della Fondazione Sardegna Film Commission.

La chiusura del festival sarà una grande festa a tema ispirata a un classico della cinematografia mondiale tratto dal capolavoro di Francis Scott Fitzgerald: Il Grande Gatsby. Appuntamento dalle 22:30 Villasole in zona Scala Mala ad Alghero (con ingresso in prevendita al costo di 20 euro). 

Che si tratti della versione del ’49 di Elliot Nugent, con un Alan Ladd dallo sguardo duro e romantico, di quella di Jack Clayton del ’74, con uno strepitoso Robert Redford, o di quella opulenta e immaginifica di Baz Luhrmann, con un altrettanto travolgente Leonardo Di Caprio, grande resta il fascino che il romanzo di Fitzgerald da sempre esercita sul mondo del cinema.

Gli anni ruggenti del grande sogno americano, gli anni di un’America pronta a tutto e colma di desideri. Gli anni di donne libere che strette nei loro vestiti flappers, scoprono le caviglie e ballano a ritmo del charleston.

Sono questi i riferimenti del PARTY THE GREAT GATSBY, evento di chiusura del festival con dress code rigorosamente anni ‘20. In consolle il dj set di Arturo Pirino, planning e design a cura di Barbara Lauricella

«Nell’estate del 1922, il ritmo della città era sull’orlo della frenesia. Le azioni raggiungevano vette da record e Wall Street prosperava in un crescente delirio di ricchezza. Le feste erano più fragorose, gli spettacoli più eclatanti, gli edifici più alti, la morale più licenziosa e il proibizionismo aveva prodotto l’effetto contrario, riducendo il costo degli alcolici. Wall Street irretiva giovani ambiziosi e io ero uno di questi. Affittai una casa a venti miglia dalla città, a Long Island. Vivevo a West Egg, nel cottage dimenticato da un custode, strizzato dalle ville dei nuovi ricchi. […] Col sole che splendeva e le foglie che esplodevano sugli alberi, decisi che avrei passato l’estate a studiare. Ed è probabile che lo avrei fatto, se non fossi stato distratto dagli sfrenati divertimenti che ammiccavo da oltre le mura di quel colossale castello, di proprietà di un signore che ancora non avevo conosciuto, un certo Gatsby». (da The Great Gatsby, di Francis Scott Fitzgerald)

Cinema delle terre del mare, il grande cinema nei luoghi più suggestivi della Riviera del Corallo, ha animato le serate algheresi a partire dal 30 a luglio, con pellicole indipendenti, grandi classici, b-movies e proiezioni per ragazzi per un totale di 26 film da tutto il mondo, con anteprime regionali e nazionali, circa 40 ospiti italiani e internazionali in 12 giorni di festival su spiagge mozzafiato e altri luoghi incantevoli.