“L’annuncio del ministro Guerini sulle misure contenute nel decreto Cura Italia che potenzia gli strumenti e l’impegno della Difesa nella lotta all’emergenza del coronavirus, conferma e rafforza il lavoro straordinario messo in campo dalle Forze Armate, dal suo personale e dalle sue strutture già da giorni”. Lo dichiara il sottosegretario alla Difesa, Giulio Calvisi, commentando i provvedimenti della Difesa contenuti nel decreto Cura Italia”.

“L’arruolamento straordinario di medici e infermieri si unisce ad un rafforzamento complessivo delle strutture militari sanitarie con la possibilità dell’acquisto di nuovi strumenti e macchinari per il potenziamento dei presìdi sanitari militari e dei servizi di trasporto aereo mirati alla gestione dei casi urgenti; il riconoscimento dello straordinario per il personale medico militare e per quello impegnato nelle sale operative; gli acquisti di ulteriori dispositivi per la prevenzione e la protezione individuale di chi opera nel campo dell’emergenza.

Il Sottosegretario di Stato alla Difesa, Giulio Calvisi

In generale si rafforzano tutte le altre misure che la Difesa sta mettendo in campo in questi giorni per il trasporto dei malati, per la produzione di materiale disinfettante nello stabilimento di Firenze, per sostenere la ricerca scientifica, per la predisposizione e l’allestimento di strutture di supporto all’emergenza sanitaria in corso.

Una grande mobilitazione di donne e uomini che stanno mostrando, anche in questo momento complicatissimo per tutti noi, di avere a cuore l’interesse nazionale e la tutela della sicurezza di tutta la comunità. A tutti loro, ancora una volta, va il nostro ringraziamento”.