MARGHERITA DETTORI. COVERGIRL GIUGNO 2015

Sguardo raggiante e sorriso aperto sono le carte vincenti di Margherita Dettori, 24 anni, protagonista delle foto che vedete e cover girl di questo mese. Solare nell’aspetto proprio come il primo mese d’estate, possiede una personalità che conferma la radiosità espressa dalla sua figura: una ragazza dinamica che ama stare a contatto con gli altri. Infatti, a un passo dalla laurea in scienze biologiche, divide le proprie giornate tra Sassari e Alghero: nella città marittima lavora nel tabacchino di famiglia mentre le sere del fine settimana le trascorre dietro al bancone del Cafè Set a Sassari, luogo che per lei è come una seconda casa.

È proprio il contatto coi clienti, la possibilità di conoscere persone nuove e d’interagire coi propri colleghi a incoraggiarla a unire l’attività lavorativa a quella di studentessa. E nonostante i mille impegni, caschi il mondo, la giovane si presenta puntuale in palestra per l’allenamento quotidiano: lo sport rappresenta una delle sue principali passioni insieme alla fascinazione per i motori e la velocità.

Una particolare propensione per gli studi scientifici, già presente ai tempi del liceo, l’ha spinta a intraprendere il proprio percorso universitario per poter lavorare un giorno nel settore biologico, preferibilmente in ambito medico.

Margherita, nel raccontarci come vede (e desidera) il poprio futuro, rivela uno spirito genuino: incontrare “la persona giusta”, quella di cui innamorarsi, con cui condividere gioie e difficoltà della vita e con cui – perché no?- poter dare inizio a una famiglia; avere un lavoro stabile e trasferirsi definitivamente nella sua adorata Alghero, città che ama in primo luogo perchè si trova sul mare. Nessuna possibilità viene però esclusa, lasciando aperte le porte a un futuro che possa portarla in una terra lontana: fra i sogni nel cassetto figura anche un’esperienza all’estero. Tra le mete agognate: l’Australia, ricca di opportunità lavorative e certamente degna d’esser visitata per i suoi paesaggi mozzafiato.

Non ci appare per nulla strano che, quando le si chiede di elencare alcuni dei pregi che riconosce in sè stessa, questa ragazza si descriva come una persona allegra, disinvolta, simpatica. Senza troppi fronzoli aggiunge che riesce anche ad avere una discreta faccia tosta se l’occasione lo richiede: uno di questi momenti è quando si trova davanti all’obiettivo della macchina fotografica, esperienza che per lei non è del tutto nuova, avendo già posato come ragazza-immagine per alcune pubblicità. Allo stesso modo, con spontaneità e leggerezza, ha prestato la propria bellezza alle pagine di S&H.

Non solo pregi tra i tratti caratteristici della nostra protagonista del mese di giugno. Con un certo piglio autocritico Margherita ci fa sapere che: “In talune circostanze posso essere profondamente pessimista, sono molto disordinata, sono permalosa, gelosa dei miei affetti e pronta a difenderli a ogni costo”. E a proposito di affetti e di famiglia, ci parla di sua nonna e di come sia cresciuto negli anni il loro legame, ci racconta che è fiera di portare il suo stesso nome e di prendersi cura di lei ogni volta che è necessario. Un’affinità che non ha bisogno di parole per manifestarsi ma che è costruita su gesti quotidiani (in seguito a un ictus l’anziana donna non é più autosufficiente), sulle attenzioni, piccole e grandi, che la giovane le riserva.

Nel metterci al corrente di questa relazione affettiva così delicata e unica, le si illuminano gli occhi e ci confida d’essere una patita dei tatuaggi. Tutti quelli che reca sul corpo hanno però una componente comune: sono dedicati all’amata nonna. Tra essi, l’equazione di Dirac, detta anche “equazione della bellezza”, il cui principio enuncia che “Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possono più essere descritti come due sistemi distinti, ma in qualche modo diventano un unico sistema. In altri termini, quello che accade a uno di loro continua ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce”. Per dirlo con parole diverse: se qualcuno ci ha realmente amato, egli (o ella) cambierà il nostro modo d’essere e le rispettive nature saranno per sempre l’una partecipe dell’altra.

E ora che Margherita ha definitivamente conquistato la nostra simpatia, la salutiamo e le auguriamo che ogni suo desiderio si avveri. Al mese prossimo!

 

Si ringrazia L’Altro Mondo Club di Sassari per la location.